Prodi: Renzi sia responsabile, con Pd diviso non si vince

ROMA – “Visto il numero di coloro che sono andati a votare, non c’è dubbio che l’investitura c’è, ed è forte. Adesso l’obiettivo più importante concerne la necessità di trovare l’unità del partito attorno al nuovo leader. E che comporta anche l’intelligenza del vincitore di capire che il cambiamento che vuole lo può attuare solo se ha un partito forte e stabile attorno a lui”. Lo afferma l’ex premier Romano Prodi, in un’intervista al Messaggero, nella quale esorta Matteo Renzi a essere “responsabile” perché “con un Pd diviso la vittoria è
inutile”.

Romano Prodi“Se il Pd si dimostra non rissoso e unito, con un programma comune, non può che vincere; altrimenti non può che perdere. Le primarie non sono fatte per spartirsi le quote. Uno solo vince, ma avrà la grande responsabilità di armonizzare tutti” aggiunge Prodi. La priorità, sottolinea l’ex premier, deve essere ora la riforma della legge elettorale: “Abbiamo bisogno da troppi anni di una riforma elettorale che ci faccia riacquistare sovranità”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.