Port’alba, gli intellettuali si incontrano per “salvare la cultura”

NAPOLI – Port’Alba, lunedì reading scrittori per “salvare cultura”. Tanti autori hanno già aderito alla “staffetta letteraria” reading pubblicoReading pubblico di scrittori e poeti partenopei lunedi’, dalle 17 alle 20, per Port’Alba.

Giuliana Covella, Marina Ripoli, Roberto Race, Raffaele Picilli, Carla De Falco, Attilio Iannuzzo, Antonio Menna, Pasquale Belfiore, Enza Silvestrini, Corrado Taranto (figlio di Nino), Flavia Balsamo, Carmine De Falco, Ciro Tremolaterra, Ciro De Novellis, Roberto Gaudioso, Ketty Martino, Vera D’Atri, Floriana Coppola, Giustina Coppola, Lia Manzi, Rita Pacilio, Costanzo Ioni, sono solo alcuni degli autori che hanno già aderito alla “staffetta letteraria” che vorra’ essere l’occasione attraverso la quale gli artisti esprimeranno la loro solidarietà per la storia, la cultura e le tradizioni di Port’Alba e dei suoi librai.

Port'Alba senza bancarelleParteciperanno, inoltre, all’evento esponenti locali e nazionali del Partito Democratico che collaboreranno alla redazione di una proposta politica da sottoporre al Comune di Napoli. “Il Partito Democratico di Napoli – dichiara Gianfranco Wurzburger segretario organizzativo del PD Napoli – intende lanciare una proposta all’attuale Amministrazione Comunale finalizzata al rilancio dell’intera area del centro storico della città, da piazza Dante a via Duomo, da corso Umberto a piazza Cavour, dove vi sono decine di librerie storiche che rappresentano il borgo letterario della città. La nostra iniziativa – conclude Wurzburger – prende spunto dalla singola questione delle occupazioni del suolo pubblico dei banchetti, ma mira ad affermare il riconoscimento di un “luogo” di notevole importanza culturale, e non solo, per la nostra città”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.