Polizia ed i Vigili del Fuoco in piazza danno l’altolà al governo

NAPOLI – “Ritengo, a dir poco vergognoso, umiliante ed irritante assistere al “modus operandi” con il quale vengono trattati dal Governo gli uomini e le donne del Comparto Sicurezza e Difesa e dei Vigili del Fuoco. I contenuti del disegno di legge di stabilità del Governo,  smentiscono le dichiarazioni pubbliche e mediatiche rivolte ai cittadini sulla necessità di garantire maggior sicurezza del territorio e nel territorio.

Polizia, arresti “Sono dure e taglianti le affermazioni di Francesco Ciquera, massimo esponente sindacale dell’ UGL POLIZIA DI STATO Segreteria Regionale Campania, il quale aggiunge: “Si tratta di una modello di comunicazione che può ben ascriversi alla categoria della c.d. “pubblicità ingannevole” e che esprime una sostanziale indifferenza verso il diritto alla sicurezza dei cittadini e verso gli operatori del settore che in condizioni di crescente disagio e di paralisi funzionale per la mancanza di risorse, sono costretti quotidianamente nei posti di lavoro e negli Uffici ad attuare in diverse modalità e forme una vera e propria  questua verso terzi o anticipando le risorse economiche per sostenere le spese necessarie  per reperire  materiale e strumenti che gli consentano di lavorare o per effettuare le missioni.Nonostante tutto ciò”, prosegue Francesco CIQUERA leader sindacale dell UGL POLIZIA DI STATO Segreteria Regionale Campania, “gli uomini e le donne del comparto sicurezza e difesa continuano, con impegno, professionalità ed  abnegazione, sacrificando i propri affetti familiari e rischiando anche la propria incolumità fisica ed addirittura la vita, a lavorare e ad ottenere significativi successi nella lotta contro la criminalità, nella gestione del sistema carcerario, nell’erogazione dei servizi per i cittadini e nelle attività di ordine, sicurezza e soccorso pubblico per garantire ogni forma di pacifica e legittima manifestazione ed espressione di democrazia partecipata. Oggi però gli operatori della sicurezza e del soccorso pubblico hanno il dovere morale di avvisare i cittadini che il sistema è prossimo al collasso, con pesantissime ed irreversibili ricadute sul mantenimento dei livelli minimi di efficienza e di erogazione dei servizi.” Il Governo”, conclude Francesco CIQUERA leader Campano dell’ UGL POLIZIA DI STATO Segreteria Regionale Campania “non può continuare ad ignorare questa situazione e continuare a contare solo sul senso di responsabilità, di rispetto dello Stato e delle Istituzioni  e dell’impegno che continuano a garantire gli operatori del settore. La misura è colma!!! Se il Governo non interverrà immediatamente non ci potranno essere ulteriori proroghe di fiducia costruite esclusivamente sulla pelle degli operatori della sicurezza e del soccorso pubblico ed ingannando i cittadini”. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.