Poggioreale, ex area Nato nel degrado

NAPOLI – Quattro impianti sportivi, tra cui un campo di calcetto, uno da tennis ed una piscina. Tutto rigorosamente abbandonato. È ciò che resta del mega centro sportivo nell’ex area Nato di via Gianturco, all’incrocio con l’ingresso della Superstrada.

Ex area Nato
Ex area Nato

È qui che Armando Coppola, presidente della quarta municipalità propone di realizzare una cittadella dello sport per i ragazzi del quartiere. «Sono anni che quell’area è abbandonata – spiega Coppola – circa un anno fa chiedemmo all’ex assessore comunale allo Sport Pina Tommasielli di avere in affidamento l’area. Ma ci fu risposto che la stessa era già stata assegnata alla società Agorà 6 per la realizzazione di un prolungamento del Centro direzionale. Ad oggi nulla di tutto ciò è stato fatto. Non si vede nemmeno l’ombra di un cantiere e la zona resta nel degrado totale, con montagne di rifiuti tossici, come l’amianto, topi e decine di famiglie rom che vivono all’interno ai limiti di ogni norma igienico-sanitaria». La proposta della municipalità è di prendere in carico l’ex area Nato e di crearvi un centro sportivo di eccellenza per i tanti minori del territorio, «che sono costretti a giocare in strada, esposti a rischi di ogni genere», rimarca Coppola.

«L’anno scorso ci siamo fatti carico di una spesa di ottomila euro – non di nostra competenza – per ripulire lo spazio antistante l’ex area Nato, che si trova nelle vicinanze di un oratorio, dove giocano ogni giorno tantissimi bambini. Ora chiediamo che quello spazio sia riqualificato e non sia l’ennesimo simbolo di progetti per cui sono stati spesi miliardi, che si sono poi tramutati in spreco di denaro pubblico per i cittadini».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.