«Il Piccolo Regno Incantato», arrivano i personaggi delle favole più amate

NAPOLI – C’è un gran fermento a Napoli per l’arrivo del Piccolo Regno Incantato, che dal 24 novembre al 7 gennaio animerà il Complesso di San Domenico Maggiore. Grande spettacolo dedicato alle fiabe, prodotto e organizzato da Volare Srl, in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli. I dettagli dell’evento sono stati esposti alla stampa a Palazzo San Giacomo, in Sala Giunta, da Nino Daniele, assessore alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli; Annamaria Palmieri, assessore all’Istruzione e alla Scuola; Francesco Chirico, Presidente Municipalità 2; Giulio Cacciapuoti, project manager Love Studio e amministratore delegato Volare Srl; Francesco Mele, presidente CDA Volare Srl; Simone Malucchi, ideatore e regista “Il Piccolo Regno Incantato”.

“Il Piccolo Regno Incantato”, che ha riscosso un grande successo di pubblico e critica a Montecatini Terme, con oltre 50.000 visitatori in due edizioni, sancisce anche il gemellaggio tra due città. San Domenico, con le sue vetrate, i corridoi, gli ampi spazi tutti meravigliosamente coordinati diventa il luogo ideale per descrivere un palazzo, un regno. “Il Piccolo Regno Incantato”, dove bambini e adulti, attraverso l’esperienza diretta, incontrano e dialogano con i personaggi delle fiabe. Tra fantasia e realtà, va in scena un grande spettacolo teatrale, in cui i personaggi esistono veramente e si muovono all’interno di scene fisse, che ricreano i posti magici della fiabe, tutti collegati tra di loro dal cammino che l’ospite dovrà fare. Ogni personaggio apre e chiude la scena, evoca la propria fiaba, ma si ricollega a ciò che immediatamente prima gli ospiti hanno visto e hanno ascoltato. E così di scena in scena, di personaggio in personaggio, si rivela una grande rappresentazione emozionale, dove non c’è distanza tra chi recita e chi assiste, ma tutti sono protagonisti sullo stesso palcoscenico.

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.