Parte la seconda edizione della rassegna di cultura, teatro e musica “Arapete fenesta”

NAPOLI – Dopo lo straordinario successo di pubblico della prima edizione di “Arapete fenesta”, la rassegna culturale, musicale e teatrale con la direzione artistica da Davide Giuliano e Tiziana Marino si parte con il nuovissimo calendario di appuntamenti a “La Grande Magia”, l’originale caffè letterario ideato da Mariavittoria Bianchi e ispirato a Eduardo De Filippo, con sede in Calata Trinità Maggiore 50, a Napoli. Dopo le performance di attori come Lidia Ferrara, storica componente della compagnia di De Filippo; la musica del talentuoso Nicola Caso, autore di una versione reggae dell’inno del Napoli; della melodiosa fisarmonica di Anthony Scola in arrivo nuovi artisti che animeranno lo spazio interattivo (dove pubblico e artisti interagiscono tra loro) dedicato alla figura di Eduardo, ricordato dalla statua a grandezza naturale che si affaccia al balcone del locale realizzata dal maestro di arte presepiale Marco Ferrigno.
Tra le novità di questa seconda edizione, che avrà un doppio appuntamento settimanale, all’interno del bistrot dove si coniugano arte e cibo ci sarà la “tavolozza”: un menu servito in un vassoio di ceramica dove gli ospiti potranno colorare e creare con un pennello da pittore le pietanze che vorranno gustare. Un’altra new entry sarà il reading dedicato la sera dell’8 marzo al tema del femminicidio con una serie di monologhi tratti da storie di donne uccise dai loro compagni.

Arapet fenest, Edoardo De FilippoE ancora, nel week-end di Pasqua un originale pic-nic per i turisti che arriveranno ai Decumani: un cestino con i piatti tipici della tradizione culinaria partenopea accompagnato a una visita guidata nei luoghi più suggestivi del centro storico a cura dell’associazione Nonsoloart. I primi appuntamenti (entrambi alle 21.30) giovedì 3 marzo con le esilaranti performance di Marcello Giuliano, ‘o scustumato di Radio Marte e venerdì 4 marzo con il teatro-musica di Oceano Viola, un live di rock poetry a metà tra un reading e un concerto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.