Ostacolo granata sulla strada del Napoli

NAPOLI (di Eleonora Posabella) – Il Napoli di mister Benitez scende in campo all’ Olimpico di Torino per il posticipo domenicale della XXV giornata di Serie A, accolto dall’ undici di mister Ventura; entrambe le formazioni sono reduci dalle fatiche dell’ Europa League, valse ben la qualificazione agli ottavi di finale. I p

artenopei, appagati dal trionfo europeo, mancano un’ occasione più unica che rara, lasciandosi battere da un Torino non irresistibile. Alla vigilia del big match tra Roma e Juventus la squadra azzurra non coglie infatti la ghiottissima chance di mettere ancora pressione alla Roma con un possibile aggancio al secondo posto.

Soccer: Serie A; Torino-NapoliLa gara è complicata e si destreggia tra il Torino che pur essendo ben disposto in campo non riesce a rendersi quasi mai pericoloso e il Napoli sfortunato e disattento nelle situazioni importanti. Il risultato si sblocca infatti solo al 68° minuto grazie all’ inserimento del solito capitan Glik sul calcio d’angolo, battuto da Farnerud, su cui Andujar rimane praticamente spiazzato.

Di qui in poi inizia la corsa al pareggio ad opera dei partenopei, che però, visibilmente stanchi, avanzano in maniera imprecisa e quasi mai pericolosa; neanche l’ingresso di Gabbiadini prima e Zapata poi riescono a riportare il match in parità. Inspiegabili le scelte di Benitez, che opta ancora per l’esclusione di Manolo Gabbiadini, il più in forma della rosa napoletana, l’unico che riesce a dare fantasia e solidità allo stesso tempo al reparto offensivo; d’altronde il tecnico spagnolo ha impiegato quasi 6 mesi per riuscire a comprendere l’inefficienza del portiere Rafael, dunque per l’attaccante ex sampdoria è auspicabile una maglia da titolare nella prossima stagione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.