Nuovo Vulcano minaccia la Campania

NAPOLI – Potrebbe essere attivo, e potenzialmente esplosivo, il Marsili, il più grande vulcano d’Europa e del Mediterraneo, che si estende sui fondali del mar Tirreno, tra Calabria e Sicilia, per una lunghezza di 70 chilometri e per una larghezza di oltre 30. E va tenuto sotto controllo. Un lavoro pubblicato su Gondwana Research, un gruppo di ricerca internazionale che comprende l’Istituto per l’ambiente marino costiero del Consiglio nazionale delle ricerche di Napoli (Iamc-Cnr) e l’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia di Roma (Ingv), stabilisce, infatti, la sua attività.

Vulcano Merapi“Un altro vulcano – dichiara il membro dell’ esecutivo nazionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli – potrebbe essere pericoloso addirittura per una parte consistente della Campania e continuano colpevolmente a non esistere o a non essere aggiornati i piani di evacuazione delle zone interessate a partire dal Vesuvio, Ischia e Campi Flegrei. Come vogliamo definire questo atteggiamento delle istituzioni a partire dalla Protezione Civile Nazionale: ” incoscienza o menfreghismo?”