Nuovo crollo a Pompei, cede muro bottega chiusa a pubblico

NAPOLI – Continuano i crolli nell’area archeologica di Pompei. Dopo i due cedimenti, avvenuti sabato scorso e ieri, si è sgretolato un costone di una bottega chiusa al pubblico nella regione V, insula 2, civico 19.

Nuovo crollo a Pomepi
Nuovo crollo a Pomepi

A cedere un muro senza iscrizioni e senza affreschi in una zona non scavata di via Nola. L’area è stata interdetta per i rilievi e i primi interventi di messa in sicurezza. A fare la scoperta il custode della zona in turno stamani. Secondo le prime notizie, il crollo sarebbe da attribuirsi alle forti piogge degli ultimi giorni.

Sempre a causa del maltempo, sabato si è verificata la caduta di alcune pietre dalla spalletta del quarto arcone sottostante il tempio di Venere. La muratura, interessata da alcune lesioni, era già stata puntellata. L’area è stata interdetta al pubblico.

Nella prima mattina di ieri, 2 marzo 2014, si è verificato invece il crollo del muretto di una tomba della necropoli di Porta Nocera, prospiciente l’antica strada. Il muretto, alto circa 1,70 m e della lunghezza di circa 3,50 metri, serviva da contenimento del terreno in cui erano state poste le sepolture ed
era pertanto costruito contro-terra. Chiusi tutti gli accessi alla necropoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.