Napoli, serata no!

NAPOLI (di Cristina Accardo) – La 29esima giornata della Serie A fa incrociare Napoli e Fiorentina, due squadre unite dallo stesso destino; reduci dall’uscita dell’Europa League e finaliste del big match di Coppa Italia, ma soprattutto rivali per la lotta alla qualificazione Champions. Nella prima delle gare del posticipo domenicale, in una serata stregata per gli azzurri, a spuntarla è la Fiorentina che espugna il San Paolo con una rete al 43’ segnata da Joaquin. Sconfitta non meritata per gli uomini di Benitez che giocano un primo tempo pregevole fino all’espulsione di Ghoulam, al 38’ per fallo da ultimo uomo. Nella ripresa il Napoli contiene i viola e la partita sembra avviarsi al pareggio, ma all’85’ ancora un episodio sfortunato: Mertens da poco entrato è costretto ad uscire per una brutta botta alla caviglia. San Paolo ammutolito, ma il peggio deve ancora avvenire: dopo soli due minuti i viola trovano il gol del vantaggio. Il Napoli è sconfitto in casa dalla Fiorentina ed il secondo posto in classifica si allontana, la Roma ora è a meno sei.

Le formazioni – NAPOLI – Reina; Reveillere, Henrique, Albiol, Ghoulam; Inler, Jorginho; Insigne, Hamsik, Callejòn; Higuain

FIORENTINA Neto; Tomovic, Rodriguez, Savic, Pasqual; Bakic, Aquilani, Borja Valero, Cuadrado, Joaquin, Gomez

napoli fiorentina - 0-1In campo – Tra alternanza di pioggia, arcobaleno e bufera inizia la gara del San Paolo con il Napoli subito all’arrembaggio della porta viola; il primo a testare i guantoni di Neto è Higuain al 9’, l’ultimo difensore si difende con i pugni. Al 21’ grande occasione del Napoli con Insigne solo davanti a Neto che si supera di nuovo con un’ottima parata. Azzurri in avanti ma, su azione della Fiorentina, al 38’ Ghoulam commette fallo da ultimo uomo e per l’arbitro non ci sono dubbi: è rosso. Il Napoli resta in dieci ma non perde coraggio ed al 41’ sfiora ancora la rete con Insigne su punizione; ottima la parabola dell’azzurro, buona la risposta del portiere viola. Un solo minuto di recupero e si va negli spogliatoi. Alla ripresa Napoli con un uomo in meno e Fiorentina più carica e propositiva; il primo è Cuadrado ad impensierire Reina al 53’. Al 61’ Callejon ci prova a pescare impreparato Neto con un tiro dai cinquanta metri ma il portiere viola è attento. Al 65’ il San Paolo trema per un tiro di Ilicic che va sull’esterno rete, mentre al 77’ è Matri a sprecare un’occasione d’oro. Il Napoli regge anche in dieci uomini, ma all’85’ brutta tegola per il Napoli, Mertens entrato da soli dieci minuti è costretto ad uscire per un brutto infortunio. Sembra ormai una serata stregata che si conclude definitivamente all’87’, quando Reina azzarda un’uscita poco felice e Joaquin la mette dentro per l’1 a 0. Il Napoli perde tre punti e Mertens; solo nelle prossime ore sarà più chiaro l’entità dell’infortunio.

Fuori dal campo – Due grandi prestazioni e due risultati negativi rimediati, dopo il flop con la Fiorentina ecco Benitez a fine gara “Primo tempo in undici contro undici con qualità, nel secondo tempo abbiamo avuto comunque le opportunità per fare goal con alcune ripartenze. Posso solo fare i complimenti ai miei. Molto difficile raggiungere la Roma adesso, giocando a questi livelli però possiamo vincere molte partite”. “Qualche errore si può fare, ma devo guardare anche le cose positive della mia squadra. Sono contento di aver visto i miei giocare così tre giorni dopo il match col Porto”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.