Napoli-Roma, ai giallorossi il derby del Sud

NAPOLI (di Cristina Accardo) – Ripresa amara per il Napoli. Dopo la tegola che ha colpito la squadra, l’infortunio di Milik, neo attaccante azzurro infortunatosi contro la gara della nazionale ed operato in settimana, per cui si stimano 4 mesi per il ritorno in campo, dopo la lunga sosta arriva la prima sconfitta al San Paolo dell’era Sarri. Seconda consecutiva in campionato per questa stagione: nell’anticipo contro la Roma, i partenopei perdono per 1 a 3, lasciando ai giallorossi il secondo posto in classifica e posizionandosi, momentaneamente, al terzo posto a quota 14 punti, in attesa di conoscere i risultati definitivi dell’ottava giornata di campionato. Sarri senza Milik si affida in attacco a Gabbiadini, ma il Gabbia non convince e dopo dieci minuti della ripresa è sostituito da Mertens. Primo tempo equilibrato, con il Napoli che si porta avanti anche se la manovra partenopea è sempre un pò disordinata e mai decisiva. Negli ultimi minuti di gioco, però, su errore di Koulibaly, Dzeko porta la Roma in vantaggio. Alla ripresa si ripete Dzeko su dormita generale della difesa azzurra; pochi minuti dopo Koulibaly la mette dentro di testa facendosi perdonare l’errore sul primo vantaggio giallorosso. Si potrebbe cercare di risollevare le sorti della gara, ma gli azzurri appaiono stanche ed inconcludenti e neanche i nuovi entrati El Kaddouri e Zielinski riescono a dare verve alla prestazione degli uomini di Sarri, tanto che sul finire del secondo tempo, Salah mette dentro il ko definitivo: finisce 1 a 3 al San Paolo.

Le formazioni – Napoli (4-3-3): Reina; Hysaj, Maksimovic, Koulibaly, Ghoulam; Allan, Jorginho, Hamsik (36′ st Zielinski); Callejon (26′ st El Kaddouri), Gabbiadini (11′ st Mertens), Insigne

napoli-romaRoma (4-2-3-1): Szczesny; Florenzi, Manolas, Fazio, Juan Jesus (25′ s Emerson); De Rossi, Paredes; Salah, Nainggolan (33′ st El Shaarawy), Perotti (45′ st Gerson); Dzeko
In campo – Milik fuori, per Gabbiadini la grande occasione. Primo tempo tutto in salita con contropiedi e gioco a tutto campo. Da poco iniziata la gara è subito Dzeko ad impensierire Reina. Ci pensa poi Callejon imbeccato da Insigne, ma nulla di fatto. Poco dopo ancora Dzeko ha l’occasione del vantaggio ma questa volta Koulibaly è attento. Anche Gabbiadini va vicino alla rete, ma Szczesny blocca.. Ma la più grande azione arriva da Perotti, tuttavia la palla termina di poco fuori. Al 24′ si alza il muro della Roma su tre tentativi azzurri. Al 31′ Reina provvidenziale su Dzeko; poco dopo il tiro di Ghoulam sfiora di poco il palo. Al 42′ arriva il vantaggio giallorosso su errore di Koulibaly, che perde palla a favore di Salah che da un assist a Dzeko che non sbaglia: 1-0 Roma.Nella ripresa la Roma Dzeko raddoppia di testa, ancora una volta non impeccabili la difesa azzurra. Al 58’ arriva Koulibaly che la mette dentro, di testa, su calcio d’angolo: è 1 a 2. Gli azzurri premono, ci prova Callejon ma non riesce a trovare la rete. Inizia il valzer dei cambi, ma nulla cambia fino a quando Salah supera tutti e segna il 3-1, giochi chiusi. Nei minuti finali El Sharaawy prima e Dzeko dopo si divorano il quarto gol. Finisce la partita, la Roma batte il Napoli per 3 a 1.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.