Napoli riscatto rimandato, ancora un’altra sconfitta

NAPOLI (di Cristina Accardo) – La ripresa del campionato di Serie A dopo la sosta per le nazionali non sorride al Napoli che rimedia la prima sconfitta in casa, ad opera degli ex Donadoni e Gargano e la seconda sconfitta consecutiva dopo il ko di Torino contro la Juventus. Azzurri poco convincenti e prevedibili sotto porta, che commettono sempre errori in difesa che poi diventano fatali ai fini del risultato, come quando Cassano al 36’ del secondo tempo,palla al piede, penetra nell’area di rigore napoletana mandando il pallone alla destra di Reina. Il Napoli crolla in casa con una sconfitta poco incoraggiante in vista del big match che attende i partenopei martedì sera a Dortmund, in Germania, contro il Borussia, dove si giocherà il passaggio al prossimo turno della Champions Leaugue. Intanto, in campionato, dopo le due sconfitte consecutive, il Napoli perde punti sulle rivali, ed in attesa delle gare domenicali, resta fermo al terzo posto a quota 28 punti.
Le formazioni – NAPOLI (4-2-3-1): Reina; Maggio, Albiol, Britos, Armero; Behrami, Dzemaili; Callejòn, Pandev, Insigne; Higuain

PARMA (3-5-2): Mirante; Cassani, Felipe, Lucarelli; Biabiany, Gargano, Marchionni, Parolo, Gobbi; Sansone, Cassano

Antonio Cassano (a destra)
Antonio Cassano (a destra)

In campo – Piove a Fuorigrotta sui 40 mila tifosi giunti al San Paolo: turn over Benitez fuori Hamsik. Parte la gara ed Armero è costretto agli straordinari prima su Valdes e poi su Sansone. Al 20’ gran botta di Higuain, ma Mirane compie il miracolo. Al 25’ è Sansone a sprecare l’occasione solo davanti a Reina. Al 26’, tiro a giro di Insigne che sfiora di poco il palo. La porta di Mirante sembra essere stregata quando al 30’ Higuain si libera e tira ed il portiere del Parma salva in uscita bassa. Sulla ripartenza Parolo sfida Reina con un tiro dalla distanza che lo spagnolo devia fuori. Alla ripresa brivido azzurro per un tiro di Felipe che sfiora la porta e dopo solo due minuti Reina si infuria su un colo di testa di un libero Parolo. Al 7’ buona punizione di Insigne, ma troppo lenta e prevedibile per Mirante. Il Napoli cerca assedio nell’area parmense ed al 28’ arriva il vantaggio azzurro con Higuain, ma l’arbitro annulla giustamente per fuorigioco. Al 30’ Hamsik appena entrato deve lasciare il posto a Mertens per un fastidio al piede, si aspettano notizie per la gara di martedì. Al 36’ arriva il gol di Cassano che domina l’area azzurra e la mette dentro per l’ 1 a 0. I dieci minuti finali più recupero non bastano agli azzurri per recuperare la partita, anche se ci vanno vicini al 43’ con un’ottima punizione di Mertens che scheggia il palo. Il Napoli rimedia la prima sconfitta al San Paolo ed ora c’è il Borussia.

Fuori dal campo – Benitez non da alibi ai suoi ed ammette la pessima prestazione “Non abbiamo giocato come nostro solito, dobbiamo analizzare questa sconfitta. Non ha funzionato il centrocampo dove abbiamo perso tante palle, è un fattore questo sul quale dobbiamo riflettere. Non vogliamo scuse, quindi non c’entra il campo bagnato”. Intanto Inler, uno dei peggiori in camp0, commenta così la gara “Abbiamo creato molto, volevamo riscattarci dopo la sconfitta in casa della Juve ma non siamo riusciti a trovare il gol. Dobbiamo dimenticare questa sconfitta, a Dortmund sarà fondamentale sia per loro che per noi e dovremo dare il massimo. Siamo una squadra che vuole crescere, non credo che ci siamo rilassati. Avevamo contro una squadra che si è chiusa bene ed è sempre difficile per noi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.