Napoli, notte magica

NAPOLI (di Cristina Accardo) – Serviva una buona prestazione ed un risultato favorevole in Germania contro il Wolfsburg da parte degli azzurri per pensare di andare avanti in Europa League, giocandosi il tutto per tutto al San Paolo nella gara di ritorno. Ed invece il Napoli è riuscito nell’impresa al Volkswagen-Arena: con un sonoro 1 a 4 ai tedeschi gli azzurri calano il poker ed ipotecano il passaggio alla semifinale. Il ritiro è servito ai partenopei a ritrovare la giusta concentrazione; trascinatori della gara Higuain e Hamsik, lo slovacco autore di una doppietta, due campioni ritrovati dopo le critiche degli ultimi tempi.

HamsikDopo la buona vittoria e l’agonismo visto in campo tedesco resta il rammarico per i punti persi in una stagione che avrebbe potuto regalare più soddisfazioni al popolo partenopeo.
Le formazioni – WOLFSBURG – Diego Benaglio – Vieirinha, Naldo, Robin Knoche, Ricardo Rodriguez – Luiz Gustavo, Josuha Guilavogui – Daniel Caligiuri, Kevin De Bruyne, André Schurrle – Bas Dost.
NAPOLI – Mariano Andújar – Christian Maggio, Raúl Albiol, Miguel Britos, Faouzi Ghoulam – David López, Gokhan Inler – Dries Mertens, Marek Hamšík, José Callejón – Gonzalo Higuaín.
In campo – Subito pericoloso il Wolfsburg con Dost che riceve un ottimo cross proprio davanti ad Andujar costretto ad uscire in due tempi per anticipare ed evitare lo stacco di testa. Poco dopo ancora una pericolosissima azione del Wolsfburg: De Bruyne dalla destra mette al centro e costringe Inler a liberare come meglio può per anticipare l’avversario lasciato solo da David Lopez. Al 15’ arriva il vantaggio azzurro con Hamsik che parte da centrocampo, passaggio corto per Mertens che lancia lungo per Higuain che scatta sul filo del fuorigioco e si porta davanti a Benaglio e con tutta la sua classa mette la palla in rete. Al 22’ arriva il raddoppio: Higuain sforna un assist impeccabile dalla destra per Hamsik che si inserisce nel momento giusto e la mette dentro. E’ 0 a 2. Ultimi due minuti di fuoco per il Napoli con Shurrle che scaglia un tiro potente, Andujar ci arriva con la punta delle dite e la palla si infrange sulla traversa. Alla ripresa Subito un’occasione per Higuain che solo davanti Benaglio calcia col destro sul portiere che fa una gran parata e nega il gol del ko. Intanto Benitez manda in campo Insigne. Al 64 arriva la rete numero tre: Callejon ruba palla e tocca per Marek che davanti alla porta infila il 3-0. Al 70’ gran parata di Andujar che si allunga sul palo e salva su deviazione di Bendtner. Benitez richiama Hamsik, migliore in campo al suo posto Gabbiadini che dopo pochi minuti mette dentro la rete del poker azzurro in terra tedesca: Insigne per Gabbiadini che tocca il suo primo pallone di testa e gonfia la rete. All’ 80 il gol della bandiera Bendtner lasciato solo davanti alla porta deve solo metterla in porta per l’1 a 4. I minuti finali scorrono con il gran sinistro di Gabbiadini che colpisce la traversa piena. Fisce la gara il Napoli esce trionfante dalla gara tedesca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.