Il Napoli “kombat” e vince!

di Cristina Accardo

NAPOLI  – Dalla delusione per la mancata qualificazione al mondiale, alla gioia per il gol e la vittoria del suo Napoli è un attimo: Lorenzo Insigne si conferma sempre più uomo squadra, leader indiscusso di una società e di una città che torna a sognare. Il 2 a 1 con il Milan al San Paolo consolida il primo posto in classifica degli azzurri, che hanno costretto i rossoneri per più di sessanta minuti a chiudersi nella propria metà campo. Dopo la sosta per la nazionale, Sarri ritrova uomini e gioco in cui, Mario Rui chiamato a sostituire Ghoulam, non sfigura ma, anzi, appare sempre più integrato nei meccanismi del mister toscano. In attesa delle sfide domenicali, gli azzurri si godono vittoria e primato in campionato, intanto martedì torna la Champions e lì la strada è tutta in salita.

Le formazioni – Napoli: Reina, Hysaj, Albiol, Koulibaly, Mario Rui (66′ Maggio), Allan, Jorginho, Hamsik (69′ Zielinski), Callejon (79′ Rog), Insigne, Mertens.
Milan: Donnarumma, Musacchio, Bonucci, Romagnoli, Borini (77′ Abate), Montolivo (85′ Biglia), Kessiè, Locatelli, Suso (47′ Andrè Silva), Bonaventura, Kalinic
In campo – Montella ritrova la sua Napoli, Sarri ritrova la sua squadra e fin dai primi minuti il Napoli mette in campo il classico gioco: possesso palla, verticalizzazioni, passaggi veloci ed inserimenti con i tre piccoletti in attacco. Il Milan si difende e si chiude nella propria metà campo. Al 13’ movimento classico con Insigne che pesca Callejon che colpisce di testa: Donnarumma chiude lo specchio della porta. Al 25’ Mertens ci prova di destro, ma Donnarumma è ancora attento e blocca. Il Milan si vede in attacco azzurro solo alla mezz’ora con Suso, ma il suo tiro non impensierisce Reina. Intanto continua il bombardamento azzurro a Donnarumma: ci prova prima Allan al 29’ e poi Hamsik al 32’. A minuto 34’ Insigne è solo lanciato a rete e supera Donnarumma mettendola dentro: i difensori milanisti chiamano il fuorigioco, l’assistente alza la bandiera, l’arbitro decide per il Var che da ragione agli azzurri, è 1 a 0, esplode il San Paolo, festeggia Insigne. Sul finire del primo tempo, Donnarumma si oppone ad Insigne e Mertens. Alla ripresa il Napoli domina ancora e Mertens e Hamsik si vedono di nuovo negare la gioia del gol da Donnarumma. Sarri, intanto, dalla panchina chiama i primi cambi: dentro Maggiio per Rui Mario e Zielinski per Hamsik, e proprio il neo entrato al 73’, scatta sulla linea del fuorigioco e supera Donnarumma: è il 2 a 0. Il Milan cerca di spingersi in avanti, il Napoli a questo punto vuole amministrare la partita e si ritira in difesa: Bonaventura e Kalinic impensieriscono Reina, ma lo spagnolo è pronto e si difende. Al 91’ arriva la rete della bandiera dei rossoneri con Romagnoli che trova un sinistro a volo a cui non può opporsi Reina. Ma la partita si avvia al termine, finisce 2 a 1 al San Paolo al coro di “Un giorno all’improvviso …”.

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.