Napoli, ko a Dortmund

NAPOLI (di Cristina Accardo) – Neanche il ritorno della Champions riesce a far sorridere gli azzurri e ad interrompere il trend negativo che avvolge il Napoli, ormai alla terza sconfitta consecutiva.

A Dortmund contro il Borussia, i partenopei rimediano un 3 a 1 compromettendo la qualificazione del girone e rimandando il verdetto del passaggio agli ottavi alla gara interna con l’Arsena, dove gli azzurri dovrebbero vincere sperando in un aiuto del Marsiglia. La gara nell’arena del Signal Iduna Park inizia con il piede sbagliato per il Napoli che si vede concedere un rigore contro del tutto dubbio, ma gli azzurri nei primi quarantacinque non riescono a pareggiare i conti, anzi è Reina a tenere ancora vive le speranze degli uomini di Benitez. Alla ripresa, su un contropiede tedesco, dopo una ghiotta occasione goal mancata da Higuain, il Borussia raddoppia il vantaggio con Kuba. Benitez mette in campo forze nuove ed è proprio il neo entrato Insigne ad accorciare le distanze per la rete del 2 a 1. A questo punto la partita sembra aver cambiato volto, ma sulla solita disattenzione di una palla persa a centrocampo arriva il goal tedesco che segna il ko definitivo per il Napoli. Termina 3 a 1 la gara e contro l’Arsenal sarà vero e proprio spareggio.

Blaszczykowski gioisce dopo il 2-0Le formazioni – BORUSSIA: Weidenfeller; Großkreutz, Sokratis, Bender, Durm; Sahin, Kehl; Kuba, Mkhitaryan, Reus; Lewandowski

NAPOLI: Reina; Maggio, Fernandez, Albiol, Armero; Dzemaili, Behrami; Callejón, Pandev, Mertens; Higuain

In campo – Dubbi di modulo e di uomini per Benitez che decide di puntare su Mertens, Pandev, Dzemaili e Fernandez. Parte la gara in un freddo glaciale di -5 gradi; gli azzurri spingono ma all’8’ l’episodio che mette il timbro sula gara: Fernandez trattiene Lewandowski e l’arbitro concede un rigore dubbio al Borussia, che Reus che non sbaglia regalando l’ 1-0 per i tedeschi. Napoli sotto assedio tedesco al 14′ Lewandowski sbaglia clamorosamente un gol ed al 15′ punizione pericolosissima di Reus. Dal 20’ il Napoli si affaccia in area tedesca ed al 28’ Callejon colpisce un palo clamoroso; il Borussia non demorde e tra il 31’ e 34’sono ben tre le azioni su cui potrebbe nascere un goal. Alla ripresa si riparte dal vantaggio dei tedeschi che vanno vicinissimi al raddoppio al 52’ con un contropiede che Reus spinge fuori. Il Borussia spinge con Mikhytarian autore al 57’ di una strepitosa azione personale che Reina devia fuori. Al 58’ il raddoppio del Borussia con Kuba che in contropiede si trova solo davanti a Reina e mette a segno il 2 a 0. Benitez mette dentro Inler ed Insigne ed è proprio quest’ultimo a decidere per il goal che accorcia le distanze e fa sperare gli azzurri di recuperare il match; al 58’ è 2 a 1. Gli azzurri prendono coraggio, ma al 78’ Armero perde palla a centrocampo ed apre una prateria per il Borussia che in contropiede segna la rete del 3 a 1. Il Borussia tiene palla e la gara si avvia lentamente al termine.

Fuori dal campo – Benitez a fine gara analizza la partita dei suoi uomini “Il rigore all’inizio chiaramente ha cambiato tutto. Abbiamo fatto una grande partita contro una delle squadre più forti d’Europa. Iniziare sotto di un goal non era il massimo. La squadra però ha mostrato carattere e ha fatto una partita di livello e d’intensità. C’è stata grinta e voglia di vincere, dobbiamo dire che i ragazzi hanno fatto un grandissimo lavoro. Se il Napoli ha subito troppe azioni solo perché era in svantaggio, sì, è stato solo per questo. Per me la prestazione è stata positiva per quel che dobbiamo dimostrare in campionatoLa differenza tra noi e col Borussia è che loro lavorano da anni con lo stesso tecnico e noi siamo partiti insieme da poco. Oggi il carattere in campo c’è stato e sono soddisfatto.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.