Lutto nel mondo dell’Informatica: muore Steve Jobs, il genio della Apple

Steve Jobs

NAPOLI (di Livio Pizzi) – Steve Jobs, il patron e fondatore della Apple e figura di primo piano dell’hi-tech internazionale è morto. Il fondatore della Mela, l’uomo che ha creato il marchio-simbolo della nostra era digitale, all’età di 56 anni ha perso l’ultima battaglia: quella contro il cancro al pancreas che lo aveva colpito già una prima volta nel 2004. Jobs si era da tempo ritirato da ogni incarico operativo, il 24 agosto aveva abbandonato anche l’incarico formale di presidente di Apple lasciandolo al suo braccio destro Tim Cook, quello era il segno che ormai le speranze per lui erano esigue.

L’annuncio è stato dato dalla stessa società di informatica che ha dichiarato: “Apple ha perso un genio creativo e visionario e il mondo ha perso un formidabile essere umano”

è quanto si legge sulla home page della Apple dove campeggia una foto in bianco e nero di Steve Jobs con l’anno della nascita e quello della morte: 1955-2011. Inoltre:”Quelli di noi che hanno avuto la fortuna di conoscerlo abbastanza e di lavorare con lui – si legge ancora sul sito – hanno perso un caro amico e un mentore ispiratore. Steve lascia una società che solo lui avrebbe potuto costruire e il suo spirito sarà sempre il fondamento di Apple”.

Scompare dunque l’uomo che ha rivoluzionato l’informatica, la telefonìa mobile, e prometteva di fare altrettanto con il consumo di notizie e la lettura.

Sotto la sua guida, Apple, che vent’anni fa sembrava a rischio di estinzione, è diventata la prima azienda hi-tech del mondo in valore di Borsa, davanti a Google e Microsoft.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.