Lo storico Palazzo Penne cade a pezzi, “Dove sono i 13 milioni per il restauro?”

NAPOLI – Palazzo Penne, l’edificio storico del centro di Napoli sta cadendo a pezzi. L’unica inquilina del palazzo, Iolanda Somma ci mostra il cortile con intonaci caduti ed erbacce, mettendo in mostra la sua pericolosità: “Ci sono mancata per alcuni giorni – dice l’inquilina Iolanda – ed aprendo il portone ho trovato le rovine all’interno; Mi sono spaventata, – racconta – non volevo entrare, cadono molte pietre, i cornicioni sono marci”.

Sulla questione interviene il Consigliere della Seconda Municipalità Pino De Stasio sollecitando la Regione Campania, unica proprietaria dello stabile: “Sono stati stanziati circa 13 milioni di euro per il restauro dell’edificio – dice De Stasio, ma pare che questi fondi messi a disposizione dalla precedente giunta Caldoro, grazie al lavoro dell’ex Assessore Edoardo Cosenza, siano andati persi. Dal Comune di Napoli un silenzio assordante che non comprendo”. Comitati e associazioni stanno preparando un sit-in proprio all’interno dell’edificio per scuotere le Istituzioni. “Non ci fermeremo, – incalza De Stasio – questo fulgido esempio di architettura civile del quindicesimo secolo non deve essere abbandonato a se stesso”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.