Le “4 giornate di Napoli” dei Quartieri Jazz

di Stella Spiniello

NAPOLI – Sabato 28 aprile, nello scenario del suggestivo Palazzo Venezia, si è esibito il gruppo “Quartieri Jazzcon l’ultimo album discografico “le 4 giornate di Napoli” per celebrare l’anniversario della liberazione d’Italia. Il gruppo è così formato: alla batteria abbiamo Emiliano Barrella, al basso Ciro Imperato, al pianoforte Luigi Esposito e ad accompagnare con la chitarra Mario Romano. Il messaggio che lancia questo gruppo e chiaro: l’unione dei napoletani. Bisogna distruggere le etichette che ci vengono date dalla società. Non esiste il “chiattillo”, il “cuozzo”, il “tamarro”, ma esiste il napoletano nella sua unicità. La passione per la musica dei Quartieri Jazz è diventata con il tempo un vero e proprio mestiere, grazie anche al primo disco intitolato “E strade ca’ portano a mare”. Per quanto riguarda la location scelta per l’evento, Palazzo Venezia, antica residenza dell’ambasciata veneta, Benedetto Croce la definì uno dei piu importanti palazzi di Napoli con lo splendido giardino interno e la casina in stile pompeiano. L’evento è stato un successo, le musiche jazz, le influenze di Pino Daniele e Gigi D’Alessio hanno reso i brani molto orecchiabili. Per non perdere i prossimi appuntamenti contattare Carmen Cerchiaro, dell’ufficio stampa quartieri jazz al 3404893836 oppure visitare anche la pagina FB quartieri Jazz con gli ulteriori aggiornamenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.