Lavitola: a Napoli appello per tentata estorsione a Berlusconi

NAPOLI – E’ cominciato il processo d’appello nei confronti di Valter Lavitola, ex direttore dell”Avanti’, condannato in primo grado con rito abbreviato a due anni e otto mesi di reclusione per la vicenda della tentata estorsione all’ex premier Silvio Berlusconi.

Valter Lavitola
Valter Lavitola

L’udienza si svolge a porte chiuse per disposizione della corte, presidente Silvana Gentile, giudici Ginevra Abbamonte e Maria Rosaria Bruno. Lavitola, presente in aula, e’ difeso dall’avvocato Gaetano Balice. In primo grado è stato assolto Carmelo Pintabona, imprenditore italo-argentino accusato in concorso in tentativo di estorsione con Lavitola.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.