La serie A stende il tappeto rosso ai partenopei

NAPOLI (di Eleonora Posabella) – Giro di boa per quest’ edizione 2015-2016 del campionato di serie A, che aspetta proprio l’ultima giornata del girone di andata per stravolgere i suoi equilibri; questa prima fase incorona infatti campione d’inverno il Napoli, che strappa il titolo all’ Inter proprio all’ultimo secondo.
Pallone, serie AChe la giornata sia quella giusta per i partenopeilo si capisce fin da subito, poichè tutte le big o quasi cedono il passo e restano indietro; ma prima di ciò ad inaugurare la XXIX giornata è l’anticipo di sabato tra Carpi e Udinese, che termina in favore dei padroni di casa, i quali grazie a questa vittoria si avvicinano un pò di più alla zona sicura della classifica.
Alle 18.00 scende in campo la Fiorentina, che al Franchi accoglie la Lazio di mister Pioli, la quale dopo tante giornate di “inattività” ha in serbo una brutta sorpresa per gli uomini di Sousa.
I biancocelesti infatti stendono gli avversari, costretti a far a meno di pedine di qualità come Bernardeschi ed Ilicic; la sconfitta si rivela inoltre doppiamente pesante, poichè costa alla Fiorentina il secondo posto.
In serata quello che dovrebbe essere un match atteso e seguito si rivela un vero e proprio strazio, a sfidarsi sono infatti Roma e Milan, due squadre fortemente in crisi.
La gara non può che terminare in pareggio, poichè nessuna delle due formazioni ha la forza e l’entusiasmo necessari per approdare ad una vittoria, con la conclusione, che entrambi gli allenatori restano fortemente in bilico, mentre le loro squadre salutano i piani alti della classifica, forse in maniera definitiva.
Domenica alle 12.30 l’Inter ospita il Sassuolo, sottovalutando forse eccessivamente l’avversario, i verdenero infatti non sono disposti a replicare le brutte figure rimediate in passato a Sansiro e mettono perciò in campo tutta la loro caparbietà.
I protagonisti del match sono sicuramente i portieri, che si mettono in mostra grazie a splendide parate, rendendo praticamente impossibile schiodare il punteggio dallo 0-0.
Solo quando la partita è ormai agli sgoccioli un’ingenuità di Miranda in area di rigore regala letteralmente la vittoria agli ospiti, che restano così saldamente ancorati alla zona Europa League con addirittura una partita in meno; mentre l’inter di Mancini è costretta ad affidarsi al fato per mantenere il proprio primato.
Alle 15.00 dunque occhi puntati sul match tra Frosinone e Napoli, che però ci mette decisamente poco ad infrangere i sogni dei tifosi nerazzurri di terminare il girone d’andata in testa alla classifica.
I partenopei infatti schiacciano gli avversari laziali difronte al proprio pubblico senza nessuna pietà, mandando in gol anche Manolo Gabbiadini, subentrato a Higuain a metà del secondo tempo.
Contemporaneamente al Napoli assistiamo a ben altre quattro vittorie esterne: innanzitutto quella del Genoa, che torna finalmente a sorridere, battendo l’Atalanta di mister Reja.
Vincono poi anche il Chievo al Dall’Ara di Bologna, complice però il rigore sbagliato da Destro, l’Empoli a Torino grazie alla rete del solito Maccarone e infine il Palermo a Verona, quest’ultimo sempre più vicino alla retrocessione.
In serata altra vittoria esterna della Juventus, che fatica al Ferraris di Genova contro la Sampdoria, ma porta ugualmente a casa il risultato, agganciando così l’inter al secondo posto.
la XXIX giornata, ultima del girone di ritorno, disegna una classifica profondamente diversa da quella, che si prospettava fino a qualche settimana fa, con un Napoli, che finalmente siede al posto che gli compete e con una Juventus galvanizzata dalla rincorsa.

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.