La Juve scova le 7 meraviglie

NAPOLI (di Eleonora Posabella) – Settimana al bacio per la vecchia signora, che , dopo aver ottenuto la vittoria sull’ Olympiacos, fondamentale per continuare a credere nel sogno europeo, da ulteriore prova della propria forza allo Juventus stadium, battendo un inerme Parma. VidalL’undici gialloblù di mister Donadoni, nonostante la brevissima parentesi della scorsa settimana, che sembrava aver dato inizio ad una ripresa, si presenta a Torino davvero ingenuamente, subendo in tutto e per tutto il gioco dei padroni di casa. I bianconeri di contro collezionano reti come fossero figurine senza mai lasciare spazio alle improbabili ripartenze avversarie, rendendo così quanto mai nero il pomeriggio di Antonio Mirante, battuto ben sette volte.

Scintillante dunque la prova fornita dagli uomini di Allegri, che rispondono sempre presente quando vengono chiamati in causa anche se dalla panchina; trovano spazio nel match anche Romulo e Padoin normalmente costretti ad assistere dalla panchina, quest’ultimo rivestendo un insolito ruolo difensivo. Migliore in campo: in questa splendida gara il titolo di migliore va al tridente d’attacco bianconero poiché a turno Llorente, Tevez e quindi Morata si rendono protagonisti di fantastiche doppiette. Peggiore in campo: Massimiliano Allegri, non è ovviamente il peggiore ma è forse quello che brilla meno a causa delle scelte poco coraggiose, che compie.

Il tecnico toscano è infatti in dubbio fino alla fine sulla possibilità di schierare tutti e tre gli attaccanti, ma decide di optare in extremis per una soluzione più collaudata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.