Juve, tutto facile col Leverkusen

(di Gianpaolo Rispoli) –

Ottima prestazione per i bianconeri che si impongono per tre reti a zero contro i tedeschi che restano a zero punti nel girone. Una bella serata per la Juve di Sarri che, data anche la brutta prestazione avversaria, porta a casa tre punti importanti contro una potenziale avversaria per il passaggio del turno. Dopo un primo tempo privo di grandi emozioni e conclusosi 1-0 in favore dei bianconeri, gli uomini di Sarri ipotecano la vittoria già al 17’ della ripresa grazie al raddoppio firmato da Bernardeschi che toglie ogni speranza ai tedeschi.
La cronaca – Formazioni: Juventus (4-3-1-2): Szczesny; Cuadrado, Bonucci, De Ligt, Alex Sandro; Khedira (dal 29’ s.t. Bentancur), Pjanic, Matuidi; Bernardeschi (dal 34’ s.t. Ramsey); Higuain (dal 38’ s.t. Dybala), Ronaldo.
Bayer Leverkusen (4-2-3-1): Hradecky; Weiser, Tah, Bender S., Wendell; Baumgartlinger, Aranguiz (dal 35’ s.t. Sinkgraven); Havertz, Demirbay (dal 1’ s.t. Amiri), Volland; Alario (dal 18’ s.t. Paulinho).
Sarri ripropone il 4-3-1-2 messo in mostra nelle ultime giornate e rilancia Bernardeschi dal primo minuto alle spalle di Higuain e Ronaldo. Bosz risponde con un 4-2-3-1 e con Alario terminale offensivo sostenuto da Demirbay.
Parte bene il Leverkusen che ci prova dopo 8’ con un sinistro da fuori di Demirbay che termina di poco alto. Al 17’ arriva il vantaggio bianconero: lancio lungo di Cuadrado, Tah intercetta il pallone di testa ma lo regala a Higuain che stoppa col destro al limite dell’area e calcia all’angolino non lasciando scampo a Hradecky. Il Bayer prova a gestire il possesso palla ma va spesso in difficoltà sul pressing bianconero regalando molti palloni agli avversari. Al 39’ ci prova ancora Higuain con il destro, ma questa volta Hradecky si oppone.
Nella ripresa parte bene il Bayer che ci prova al 47’ con un destro al volo di Aranguiz che termina fuori di poco. Dieci minuti più tardi Cuadrado con una grande giocata sulla destra libera Ronaldo, il portoghese calcia ma Hradecky è molto bravo ad opporsi. Al 62’ arriva il raddoppio della Juve: Higuain va via sulla sinistra e poi mette in mezzo per Bernardeschi che calcia col sinistro dall’altezza del dischetto del rigore non lasciando scampo al portiere avversario. Al 74’ Higuain va via ancora una volta sulla sinistra serve un gran pallone a Ronaldo che calcia a botta sicura ma Hradecky gli nega nuovamente la gioia del gol. Quattro minuti più tardi prova a rispondere il Leverkusen con un pallonetto di Paulinho che prova a sorprendere Szczesny in uscita, ma la palla finisce alta. All’88’ arriva il terzo gol bianconero: Dybala, da poco entrato, trova un gran corridoio per Ronaldo che questa volta calcia col destro non lasciando scampo al portiere avversario.
Testa all’Inter – Dopo questa bella vittoria i bianconeri possono pensare alla sfida scudetto di domenica a San Siro contro l’Inter che potrebbe consegnare agli uomini di Sarri il primo posto. Date le grandi prestazioni di molti dei suoi attaccanti l’allenatore toscano sarà in difficoltà nella scelta degli stessi: Ramsey, Bernardeschi, Dybala e Higuain si contendono due maglie per affiancare l’insostituibile Ronaldo. Starà a lui trovare la chiave per scardinare la grande difesa nerazzurra che sta permettendo agli uomini di Conte di essere in vetta alla classifica e a punteggio pieno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.