Juve, torna il sorriso: abbattuto il Sassuolo

(di Gianpaolo Rispoli) –

La Juve torna a vincere dopo gli stop contro Atalanta e Parma e lo fa nettamente, battendo 3-0 il Sassuolo al Mapei Stadium. Dopo un inizio un po’ contratto, gli uomini di Allegri hanno la meglio alla lunga grazie alle reti di Khedira, Ronaldo e Emre Can. Ora, con 11 punti di vantaggio sul Napoli secondo, i bianconeri si apprestano ad affrontare il Frosinone prima della vera, grande sfida prevista per mercoledì 20 febbraio al Wanda Metropolitano, contro l’Atletico Madrid, dove la Juve si gioca gran parte della stagione.
La cronaca – Formazioni: Sassuolo (4-3-3): Consigli; Lirola, Magnani, Peluso, Rogerio; Bourabia (dal 34’ s.t. Magnanelli), Sensi, Locatelli; Berardi, Babacar (dal 13’ s.t. Boga), Djuricic (dall’11’ s.t. Matri).
Juventus (4-3-3): Szczesny; De Sciglio, Rugani, Caceres, Alex Sandro; Khedira (dal 21’ s.t. Bentancur), Pjanic, Matuidi (dal 40’ s.t. Emre Can); Bernardeschi (dal 38’ s.t. Dybala), Mandzukic, Ronaldo.
De Zerbi schiera la miglior formazione possibile per tentare l’impresa e conferma Djuricic nel tridente dal primo minuto, Allegri risponde col 4-3-3 lanciando Bernardeschi a discapito di Dybala, a supporto di Ronaldo e Mandzukic.
Parte benissimo il Sassuolo che ci prova subito con Sensi con un bel sinistro da fuori che esce di poco. Dopo 3’ c’è un clamoroso errore di Rugani che regala il pallone a Djuricic che, a tu per tu con Szczesny, non riesce a saltare il portiere polacco che è straordinario a chiuderlo in uscita. Al 15’ ci prova ancora il Sassuolo con un gran destro di Locatelli, ma Szczesny si oppone. Al 23’ arriva il vantaggio bianconero: Pjanic serve Ronaldo, il destro del portoghese viene respinto da Consigli ma arriva Khedira che, sulla respinta, appoggia in rete a porta vuota. A fine primo tempo è ancora Khedira con un colpo di testa a sfiorare il gol del raddoppio.
Nella ripresa parte bene la Juve che ci prova con Rugani su un bel cross di De Sciglio, il pallone sfiora il palo e va sul fondo. Al 55’ grandissima occasione per il Sassuolo: su un lancio lungo Szczesny si avventura in uscita ma svirgola il pallone, così Berardi se lo ritrova sulla trequarti con la porta avversaria sguarnita, ma il suo sinistro finisce clamorosamente fuori. Al 66’ ci provano i bianconeri con un destro di De Sciglio che esce di pochissimo. Quattro minuti più tardi arriva il raddoppio: corner di Pjanic, testa di Ronaldo che anticipa Consigli e insacca. Gli uomini di Allegri chiudono in bellezza col terzo gol all’85’, firmato da Emre Can con un bel diagonale su assist di Ronaldo.
Settimana decisiva – Dopo questa bella vittoria i bianconeri si apprestano ad affrontare il Frosinone, ma sicuramente con la testa già a Madrid. Col campionato già ampiamente chiuso, Allegri inizierà da questa settimana a pensare all’Atletico, squadra molto ostica e molto simile alla Juve come modo di giocare, anche se di qualità inferiore. Servirà la miglior Juventus per battere l’Atletico Madrid e continuare a sognare vittoria della Champions League.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.