Ischia, allarme tra i bagnanti. Nuove segnalazioni di infezioni di bambini e adulti

NAPOLI – “Continuano ad arrivarci segnalazioni di persone che si sono immerse nella mucillagine – spiega il commissario regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli – e hanno riscontrato dei malesseri. E’ avvenuto a due bambini sulla spiaggia di Citara a Forio che dopo essersi tuffati nella melma gialla hanno riscontrato una infezione cutanea e ad una donna che ha fatto un bagno a Punta Imperatore sempre ad Ischia ingerendo per sbaglio della mucillagine e che successivamente ha vomitato e avuto per una notte febbre alta e disturbi allo stomaco”.

“Non vogliamo creare allarmismi – continua Borrelli – ma approfittare di questa vicenda per affrontare il problema dei depuratori in Campania e dell’ inquinamento del mare nel nostro golfo. Per questo la settimana prossima alla manifestazione degli ambientalisti fuori il depuratore di Cuma parteciperà il Presidente nazionale dei Verdi Angelo Bonelli”. “Alle varie segnalazioni se ne è aggiunta un’ altra del notanio Antonio Arturo – spiega Borrelli – che ha incaricato un sommozzatore di verificare la rottura della condotta che dovrebbe sparare i liquami a largo di Sant’ Angelo nel comune di Lacco Ameno sempre sull’ isola d’ Ischia”. “Il manicotto della condotta – spiega il notaio Arturo – che dovrebbere espellere i liquami in profondità e a largo è rotto e pur avendo segnalato il problema a tutte le autorità competenti compreso l’ Ente Valorizzazione dell’ Isola d’ Ischia che si occupa dei problemi fognari nessuno sta intervenendo”. “Attualmente – conclude il notaio – i liquami restano nello specchio d’ acqua tra le spigge di Cava Grado e Sant’ Angelo. Ho fatto per sbaglio il bagno in quel tratto ed è disgustoso”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.