In Turchia il Napoli affonda il Trabzonspor

NAPOLI (di  Cristina Accardo)  – Il Napoli vola in Turchia per disputare la gara di andata dei sedicesimi di Europa League e travolge con 4 reti il Trabzonspor . Dopo la disfatta di Palermo, la partita contro i turchi impensieriva non poco Benitez; ma gli azzurri hanno blindato il match nei venti minuti del primo tempo portandosi per tre volte in vantaggio.

E’ al 6’ il Napoli già in vantaggio con un gol firmato da Henrique, che approfitta di testa di un rimpallo in area tra il portiere turco e Koulibaly. La squadra di casa sembra impassibile e non da segni di reazione e gli azzurri ne approfittano, al 19’, per mettere a segno la seconda rete con Higuain su splendido passaggio di Gabbiadini, al suo esordio in Europa: è 0 a 2. Al 26′ arriva anche il tris del Napoli. Lancio di Albiol, magia di Gabbiadini che spalle alla porta controlla a seguire e mette in rete, siglando il suo quarto centro di fila in maglia azzurra. I turchi sono ormai sottopressione ed il Pipita ha la possibilità di far chiudere alla sua squadra, il primo tempo con un clamoroso quattro a zero, ma la palla va fuori.

Henrique, 28 anni, festeggia con Gargano e Albiol (da Gazzetta.it)
Henrique, 28 anni, festeggia con Gargano e Albiol (da Gazzetta.it)

Nella ripresa Benitez da il via al valzer dei cambi per far tirare il fiato ad alcuni dei suoi uomini in vista della prossima gara di campionato contro il Sassuolo in casa. David Lopez prende il posto di Gargano; dopo venti minuti Callejon, subentra a De Guzman. Intanto Higuain per ben due volte spreca l’occasione di far salire lo score di serata. I turchi, dopo lo shock iniziale, tentano di rientrare in gara ed al 73′, con Cardozo a tu per tu con Andujar spreca mandando fuori. Intanto Benitez richiama in panchina Higuain, al suo posto Zapata.

A soli sette minuti dal termine del match Mertens in area si procura un rigore; va sul dischetto ma la maledizione dagli undici metri continua a perseguitare il belga. Tuttavia il gol è nell’aria e, a mettere dentro il 4 a 0 è Zapata che si trova addosso la palla dopo un tiro di Callejon e mette in rete. Triplice fischio finale. Il Napoli cala il poker a Trebisonda e ipoteca il passaggio agli ottavi di finale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.