Il Napoli travolge il Torino, la Juventus cade in casa con la Roma

NAPOLI (di Cristina Accardo) – Ultimi colpi di coda di un campionato che, a due giornate dal termine, regala ancora emozioni e lascia con il fiato sospeso coloro che sono in lizza per un posto in Europa. Torino Napoli ed il posticipo serale Juventus Roma, sono le partite di cartello della trentaseiesima giornata della serie A. Mentre gli azzurri con un secco 5 a 0 dilagano all’Olimpico di Torino, dando spettacolo e dimostrando sul campo la voglia di raggiungere un importante traguardo, i bianconeri, tra polemiche e sospetti, soccombono alla Roma di Spalletti con un 3 a 1. Rimandata la festa scudetto della Juventus, che resta prima in classifica a 85 punti, la Roma torna seconda a 78, mentre il Napoli è terzo ad un punto di distanza. Festeggiato il doppio record per gli uomini di Sarri che, con la “manita” ai granata, raggiungono quota 107 reti in stagione, uno in più allo scorso anno, con altre due giornate da giocare ed eguagliano il numero di reti fuori casa, 46, stabilito dalla Juventus 67 anni fa.

Le formazioni – Torino: Hart, Zappacosta, Rossettini, Carlao, Molinaro, Baselli (75′ Obi), Benassi (52′ Gustafson), Falque, Ljajic, Boyè (59′ Iturbe), Belotti
Napoli: Reina, Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam, Allan (64′ Zielinski), Jorginho, Hamsik (66′ Rog), Callejon (82′ Milik), Insigne, Mertens

In campo – La natura della squadra azzurra è ormai il tridente Callejon-Insigne-Mertens, a loro Sarri affida l’attacco e la corsa ai tre punti. Accontentato il mister ed al 7’ i partenopei sono già in vantaggio per 1 a 0 con la rete di Callejon. Napoli sfrontato, a Callejon viene negato prima un rigore dall’arbitro e poi la doppietta dal palo. Le opportunità fioccano per gli azzurri: ci prova Mertens al 20’ con un pallonetto, Insigne al 31’ di interno destro ed ancora il folletto belga al 36’. La prima azione per i granata è al 38’ con Belotti. Alla ripresa il Torino si fa più insistente in area azzurra, Reina prima ed il palo dopo, ci mettono una pezza. Nel momento peggiore, il Napoli alza la testa e con Insigne segna il raddoppio: è il 60’, Mertens la piazza per il ragazzo di Frattamaggiore, che la mette dentro e corre a festeggiare con il compagno. Torino spaziato, andato vicino al pareggio, si trova a rincorrere due reti. Ma il Napoli ha ormai preso il volo, al 72’ a metterla dentro è Mertens su lancio di Ghoulam, è 3 a 0. Al 76’ arriva la doppietta di Callejon: su cross di Ghoulam lo spagnolo la mette dentro in spaccata: è 4-0. Torino sulle gambe, ma il Napoli è ormai una macchina da gol e non si ferma, sul cartellino dei marcatori di giornata compare anche Zielinski, subentrato alla ripresa ad Allan. E’ 5 a 0, Sarri fa tirare il fiato ai suoi uomini titolarissimi ed in campo, a dieci minuti dalla fine, va anche Milik. Finisce 5 a 0 all’Olimpico con un Napoli che guarda alle prossime due sfide, tenendo d’occhio la Roma.

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.