Il Napoli supera il Carpi e si prepara al grande match

NAPOLI (di Cristina Accardo) – Dopo i risultati della 24sima giornata della Serie A, i riflettori sono tutti puntati sull’anticipo di sabato sera allo Stadium: scontro al vertice tra Juventus e Napoli, per contendersi il primo posto in classifica. La Juventus batte il Frosinone e fa sentire il fiato sul collo al Napoli, che passa in casa per 1 a 0 contro il Carpi, nonostante un rigore negato ed un goal annullato a Callejon che la mette dentro da posizione regolare. Due lunghezze separano i bianconeri dagli azzurri, che tra sei giorni voleranno alla volta di Torino consapevoli che, per in questa stagione, l’occasione è troppo ghiotta per lasciarsela sfuggire. Intanto, mentre tra Juventus e Napoli è big match, grazie ad i grandi numeri di mister Sarri ed Allegri nelle ultime gare, la lunghezza che le separa dalle altre è di ben dieci punti. Se nelle zone alte la gara è a due, la partita per il terzo posto è tutta aperta.

Calcio, palloneCasa Napoli – Gara difficile per gli azzurri in casa contro il Carpi che si chiude catenaccio e non offre spunti di ripartenze. Partita in cui gli uomini di Sarri lottano cercando di mantenere i nervi saldi per sfruttare tutte le occasioni possibili. Ma nonostante il rigore negato ed un goal regolare annullato, gli azzurri riescono a portare a casa il risultato con un 1 a 0, messo a segno dal solito Higuain, grazie al penalty per il fallo di Daprelà su Koulibaly in area. Archiviato il Carpi, inizia una settimana di emozioni che culminerà a Torino, nella gara con la Juventus per raggiungere l’impresa come accadde trent’anni fa.
Le formazioni – Napoli: Reina, Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam, Allan, Valdifiori, Hamsik, Callejon (62′ Mertens), Insigne (84′ El Kaddouri), Higuain (82′ Gabbiadini). All.Maurizio Sarri
Carpi: Belec, Letizia, Romagnoli, Poli (60′ Daprelà), Pasciuti (13′ Zaccardo), Crimi, Bianco, Martinho, Sabelli, Mancosu (79′ Verdi), Lasagna. All. Fabrizio Castori
In campo – In campo per vincere, per procedere partita dopo partita, allora ci prova subito Higuain in area e deviazione provvidenziale di Belec. Al 14’ sponda di Callejon per Higuain che gira di mezzo volo: blocca bene Belec. Al 23’ Callejon viene atterrato in area con una trattenuta di Sabelli evidente; per l’arbitro non è da rigore. Al 34’ si affaccia il Carpi cross di Letizia e colpo di testa di Lasagna, ma la palla è fuori. Callejon ci prova in altre due occasioni, ma nulla di fatto. Alla ripresa, angolo di Valdifiori e spaccata di Koulibaly che sfiora la traversa; pochi minuti ed è annullato un gol a Callejon per fuorigioco: le immagini dicono che l’attaccante era in linea, la rete era valida. Al 56’ espulso Bianco per doppia ammonizione; la partita sembra mettersi in discesa per gli azzurri che, al 68’ passano in vantaggio con rete di Higuain su rigore per il fallo di Daprelà su Koulibaly. E’ 1 a 0. Al 78’ il Pipita manca il raddoppio, ma la gara volge al termine senza difficoltà; il primo posto resta azzurro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.