Il Napoli passa ad Empoli e insegue la Roma

NAPOLI (di Cristina Accardo) – Prima della sosta per le nazionali, nel lunch-match il Napoli passa ad Empoli e fa suo il bottino dei tre punti, facendo sentire il fiato sul collo ai giallorossi che, all’Olimpico, vincono il posticipo contro il Sassuolo. Invariata la classifica nelle prime posizioni: la Juve, a quota 73, incrementa punti in vetta, seconda la Roma a 65 e terzo il Napoli a 63, con due punti di distacco. Al Castellani, per gli azzurri, arriva la prima vittoria contro la squadra toscano: una vittoria, tra l’altro, messa a rischio nel secondo tempo in cui gli uomini di Sarri, si sono fatti rimontare di due reti, costringendosi ad un finale sugli scudi per evitare il pareggio. Emblematiche le parole del Capitano a fine gara su quanto accaduto in campo “Così non andremo da nessuna parte, è pazzesco dominare una partita per poi rimetterla in discussione in questo modo”. Diretto e pragmatico Marek Hamsik, che ha ribadito le stesse parole negli spogliatoi dove sembra esserci stata un po’ di discussione in merito l’andamento della gara.

Le formazioni – Empoli: Empoli: Skorupski, Laurini, Bellusci, Costa, Pasqual, Krunic, Diousse (71′ Jose Mauri), Croce (86′ Di Marco), El Kaddouri, Thiam, Pucciarelli (68′ Maccarone)
Napoli: Reina, Hysaj, Chiriches, Albiol, Ghoulam, Allan, Jorginho (62′ Diawara), Hamsik, Callejon, Insigne (77′ Giaccherini), Mertens (83′ Milik)
In campo – Sarri ripropone l’attacco dei “piccoletti” e tanta fiducia viene subito ripagata: è appena il 6’ di gioco quando Costa atterra Mertens e per l’arbitro è subito rigore. Il belga va sul dischetto degli undici metri, ma questa volta il suo tiro poco preciso non trova fortuna, perché Skorupski ci arriva col piede e devia. Nulla di fatto, si resta sullo 0 a 0. Al 19’, però, ci pensa Insigne a metterla dentro con un destro in area empolese: è il vantaggio azzurro, 1 a 0. Al 23’ punizione per il Napoli, pronto a batterla è Mertens che con una punizione sublime centra l’incrocio dei pali, lasciandosi subito alle spalle il rigore sbagliato: è 2 a 0. Al 37’ ancora rigore per il Napoli per un fallo di Pasqual su Callejon, questa volta dagli undici metri va Insigne che non sbaglia, centrando un’altra doppietta: è 3 a 0. Il Napoli deve solo amministrare nel secondo tempo, ma si perde ed al 70’ subisce il gol dell’ex con El Kaddouri su punizione. All’81’ rigore per l’Empoli per un fallo di Ghoulam: Maccarone lo mette dentro per il 3 a 2. I minuti finali sono un arrembaggio sfrenato: il Napoli resiste fino al 94’, quando Damato da il triplice fischio. Arriva la prima vittoria per i napoletani al Castellani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.