Il Napoli abbandona la vetta, non basta Higuain a Bologna

NAPOLI (di  Cristina Accardo) – Si arresta la corsa degli azzurri a Bologna; il Napoli cade in casa dei rossoblu mentre vincono Inter e Fiorentina. Cambio di vetta in classifica, con gli uomini di Mancini che si riprendono il primo posto (33 punti) seguiti dai viola (32 punti) e dagli azzurri terzi (31 punti).

Pallone, serie ACasa Napoli – Brutta sconfitta subita dal Napoli ad opera del Bologna; non è bastata la doppietta di Higuain a ribaltare una gara compromessa nel risultato sin dalle prime battute. Azzurri sottotono ed onore a mister Donadoni per la prestazione dei suo uomini che sono riusciti nell’impresa di ingabbiare la capolista e superarla con tre reti di scarto. Distrazione e poca forza per il Napoli che dopo il turno infrasettimanale dell’Europa League, si scontrerà al San Paolo domenica alle 18:00 contro la Roma di Garcia.
Le formazioni – Napoli Reina, Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Allan, Jorginho, Hamsik; Callejon, Higuain, Insinge. Allenatore: Sarri.
Bologna – Mirante, Rossettini, Oikonomou, Gastaldello, Masina; Taider, Diawara, Brienza; Mounier, Destro, Rizzo. Allenatore: Donadoni.
In campo – Donadoni si oppone al Napoli con lo stesso modulo e tiene Gastaldello fisso su Higuain; Sarri schiera in campo la formazione titolare dei grandi successi. In avvio la punizione di Brienza con Reina che devia in angolo al 6′, mentre Insigne calcia a lato da fuori area al 10′. Il Bologna difende bene ed attacca gli spazi, lasciando la manovra all’avversario e ripartendo in velocità. Ed è proprio da un contropiede che nasce il gol di Destro. L’attaccante scatta spalla a spalla con Albiol, su lancio di Diawara, e giunto dentro l’area, supera di potenza Reina. Il Napoli non fa in temo a riorganizzarsi perché arriva dopo soli sette minuti arriva il raddoppio del Bologna con Rossettini per il 2 a 0. Napoli poco lucido e reattivo che sfiora lo stesso il goal al 37’ con Callejon. Alla ripresa, l’azione del Napoli sembra più intraprendente, nel giro di due minuti Higuain e Allan provano a impensierire Mirante, ma le rispettive conclusioni finiscono a lato. Un quarto d’ora appena, perché poi Mattia Destro ruba la scena ai napoletani realizzando il terzo gol con la collaborazione di Pepe Reina , al 15′. Sul 3-0 la partita pare non avere più sbocchi per il Napoli, ma c’è sempre il Pipita in agguato. Ed è proprio lui a riaprire la gara nei minuti finali, con una doppietta che però non serve a rimettere in piedi il risultato. Finisce 3 a 2 a Bologna con gli azzurri che scivolano al terzo posto in classifica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.