Il derby che non ti aspetti

NAPOLI (di Eleonora Posabella) – La tredicesima giornata del campionato italiano di Serie A porta con sé il sentitissimo derby della Mole, che in questa stagione ha più che mai risvolti europei; le torinesi sono infatti entrambe impegnate in competizioni estere. La Juventus approda al match serena per la vittoria ottenuta in Champions League contro il Malmoe, che lascia aperte molte strade verso la qualificazione agli ottavi; medesima situazione anche per il Torino, molto vicino ad accedere alla fase successiva dell’ Europa League dopo il pareggio con il Club Brugge.

Juve - Torino 2-1Il match si indirizza subito sui binari giusti, è infatti la capolista a dettare i ritmi di gioco, mentre gli “ospiti” incassano e aspettano, fino a quando Orsato concede un rigore alla Juventus, giusta ricompensa per gli sforzi compiuti fino a quel momento dai bianconeri e soprattutto giusta punizione per la poca furbizia dimostrata da El Kaddouri al momento della punizione calciata da Pirlo. Il rigore viene tirato e segnato ben due volte da Arturo Vidal, per accontentare le paturnie dell’ arbitro veneto, ma di qui in poi inizia una vera e propria resa da parte dei padroni di casa; la stanchezza causata dall’ intensità del match di Champions unita alla sicurezza di portare a casa il risultato con il minimo sforzo si ritorcono contro i bianconeri che si rendono protagonisti di una performance pessima.

Per circa 70 minuti infatti la prima della classe, abituata a dettare le regole, subisce l’impeto del Toro, che ci crede, trovando il pareggio su una splendida azione personale di Bruno Peres, il brasiliano da solo riesce infatti a mandare in panne gran parte della difesa bianconera con una progressione di oltre 70 metri che lo porta quasi a tu per tu con Storari.
Il Torino dimostra l’ottima condizione fisica sul campo, ma ha l’imperizia di non sfruttare le occasioni più volte offertegli dagli inserimenti degli agguerriti attaccanti: Amauri e Quagliarella, entrambi ex del match.

Il finale lascia impietriti i tifosi granata, poiché da vincitore morale del derby il Torino si ritrova sconfitto proprio allo scadere dell’ ultimo minuto di recupero grazie ad un vero e proprio miracolo di Andrea Pirlo, fino a quel momento non pervenuto in campo. Peggiore in campo: prestazione terrificante per tutta la Juventus di mister Allegri, che avrà molto di cui discutere con i suoi giocatori nelle prossime sessioni di allenamento. Tra i peggiori sicuramente Lichtsteiner decisamente inesistente sulla sua fascia di competenza, inoltre la sua conclamata fallosità gli costa l’ennesimo giallo e quindi anche il rosso; così facendo lo svizzero lascia la propria squadra scoperta almeno per le prossime due gare. Riuscire a decretare un migliore in questo match “scippato” ai cugini torinesi sarebbe davvero fuori luogo, fuori dal coro della mediocrità dimostrata in campo dalla Juventus, c’è solo Arturo Vidal due volte freddo dagli undici metri e sempre pronto nei tentativi sotto porta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.