I primati di Napoli cancellati dalla malapolitica, il libro di Carmela Politi

NAPOLI – Un tuffo nella città di Napoli, che è anche un modo per conoscerne le bellezze architettoniche e urbanistiche. Ma anche un monito, una sorta di j’accuse verso il potere di una politica che, con la sua azione, non sorregge i desiderata dei cittadini. Città nel caos (grauseditore) di Carmela Politi Cenere, insegnante, scrittrice, poetessa e presidente del Premio Letterario “Emily Dickinson” traccia il quadro di una città, Napoli, bellissima e decadente. Lo fa attraverso la storia di una ragazza, una giornalista.

Carmela Politi - Città nel caosUna viaggio tra le vite di Gioacchino Murat, o ne periodo in cui la grande Napoli era capitale del Regno. Storia del costume, della cultura, della vita di una città. E non solo Napoli. Ma anche gli splendori di una regione come la Campania. Un viaggio che è il viaggio attraverso le giornate di Anna, Anna Luce, la protagonista. La cui vita sentimentale e personale, sarà per sempre cambiata, da quando il direttore del suo giornale, per permetterle di realizzare il suo reportage, le affiancherà un collega esperto. Nel romanzo Città nel caos (grauseditore) di Carmela Politi Cenere i mille primati di Napoli sembrano azzerarsi davanti al colpevole silenzio delle istituzioni. Che annullano i fasti di millenni, la storia che passa attraverso i volti, i nomi di chi ha contribuito a renderne nota nel mondo, la fama. In Città nel caos (grauseditore) di Carmela Politi Cenere sembrano drammaticamente lontani i primati culturali, intellettuali, urbanistici, architettonici del passato. Scrittura fluida e godibile di un romanzo che vede Anna Luce, a fare da fulcro, del racconto di un unico grande dolore. Un libro che è anche un invito a riscoprire Napoli, nella sua sconfinata bellezza. La cui vita sentimentale e personale, sarà per sempre cambiata, da quando il direttore del suo giornale, per permetterle di realizzare il suo reportage, le affiancherà un collega esperto. Da quella conoscenza scaturirà anche un finale dal sapore dolce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.