Higuain-Matuidi: la Juve vola!

di Gianpaolo Rispoli

All’Allianz Stadium la Juve batte l’Atalanta nel recupero della 26^ giornata grazie alle reti di Higuain nel primo tempo, e Matuidi nella ripresa. I bianconeri portano a casa un’altra partita complicata contro una squadra molto ben organizzata e, ancora una volta, concludono il match con un “clean sheet”. La squadra di Allegri, per l’ennesimo anno consecutivo, riesce a fare della difesa il proprio punto di forza e la propria base di partenza in ogni partita, con la consapevolezza di riuscire a trovare almeno un gol nell’arco del match.
La cronaca – Formazioni: Juventus (4-2-3-1): Buffon; Lichtsteiner (dal 5’ s.t. De Sciglio), Benatia, Chiellini, Asamoah; Pjanic, Matuidi; Douglas Costa (dal 33’ s.t. Barzagli), Dybala, Mandzukic (dal 17’ s.t. Alex Sandro); Higuain.
Atalanta (3-4-2-1): Berisha; Toloi, Mancini, Palomino; Hateboer (dal 25’ s.t. Cornelius), De Roon, Cristante, Gosens (dal 20’ s.t. Petagna); Ilicic, Haas (dal 12’ s.t. Spinazzola); Gomez.
Allegri torna al 4-2-3-1 e rilancia Mandzukic dal 1’, insieme a Costa, Dybala e Higuain, Gasperini cambia molto rispetto alla sfida di domenica a Bologna ma conferma il solito modulo con la difesa a 3. Partono bene i nerazzurri con un tentativo di Gomez dopo pochi minuti che termina alto. Al 18’ arriva la prima occasione bianconera con Matuidi che, sugli sviluppi di un’azione da calcio d’angolo, calcia da buona posizione verso la porta ma Palomino devia il pallone alzando la traiettoria in maniera decisiva. Al 29’ arriva il vantaggio bianconero: grandissima azione di Douglas Costa che porta il pallone dalla propria trequarti fino a quella avversaria e serve perfettamente Higuain che, a tu per tu con Berisha, la mette all’angolino. Al 43’ è ancora il Pipita a provarci con un destro da fuori che termina di poco a lato.
Nella ripresa parte subito forte l’Atalanta che sfiora il gol dopo quattro minuti con un colpo di testa di Mancini che sfiora il palo. Al 53’ ci prova Ilicic con una punizione da posizione defilata diretta verso la porta, ma Higuain è bravo ad intervenire di testa e mettere in corner. Al 63’ la Juve ha l’occasione per raddoppiare con Douglas Costa che, ben servito da Higuain, calcia col destro e colpisce il palo esterno. Al 79’ Chiellini esce a testa alta e punta Mancini che, nonostante fosse stato ammonito pochi secondi prima, lo stende e viene nuovamente ammonito lasciando l’Atalanta in 10. All’80’ la Juve chiude la partita: grandissimo cambio di gioco di De Sciglio per Dybala che, dalla sinistra, serve Higuain che a sua volta è lucidissimo a vedere e servire Matuidi tutto solo, il francese calcia di sinistro e raddoppia per i suoi sancendo la fine del match.
Mini fuga – I bianconeri volano a +4 sul Napoli e tentano l’allungo decisivo in classifica. Allegri può esultare non solo per i risultati, ma anche per i segnali confortanti che arrivano dai suoi, a partire dagli zero gol subìti in Serie A nel 2018, in virtù dei quali anche le avversarie sembrano entrare in campo demoralizzate dal pensiero della perfetta fase difensiva attuata dai bianconeri. I pensieri della Juve adesso vanno alla sfida di sabato contro la Spal che potrebbero regalarle, almeno per una notte, un vantaggio di 7 punti nei confronti del Napoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.