Higuain e Cuadrado salvano la Juve

di Gianpaolo Rispoli

Pomeriggio ricco di emozioni all’Allianz Stadium dove il Benevento, anche un po’ inaspettatamente, ha messo in grande difficolta la Juventus che solo nel secondo tempo è riuscita a ribaltare il risultato. Dopo un primo tempo terminato con i campani in vantaggio grazie alla perla di Ciciretti, gli uomini di Allegri hanno avuto la forza di riprendere la partita e portarla a casa.
La cronaca – Formazioni: Juventus (4-2-3-1): Szczesny; De Sciglio, Rugani, Chiellini, Alex Sandro; Marchisio, Matuidi; Cuadrado (dal 36’ s.t. Bernardeschi), Dybala (dal 42’ s.t. Bentancur), Douglas Costa (dal 33’ s.t. Mandzukic); Higuain.
Benevento (3-4-2-1): Brignoli; Djimsiti, Antei, Di Chiara; Venuti, Chibsah, Viola, Lazaar (dal 16’ s.t. Lombardi); Ciciretti, Cataldi (dal 42’ s.t. Parigini); Armenteros (dal 25’ s.t. Coda).
Allegri fa un po’ di turnover e lascia a riposo Buffon, Chiellini, Khedira e Mandzukic, oltre all’indisponibile Pjanic, De Zerbi risponde con un 3-4-2-1 pronto a mutare in fase difensiva con uno schieramento a cinque dietro. La prima grande occasione è per la Juve al 12’ con un tiro cross pericolosissimo di Douglas Costa che Brignoli respinge con l’aiuto del palo. Tre minuti più tardi è ancora Douglas Costa ad andare vicinissimo al gol con un sinistro da posizione defilata che si stampa sull’incrocio dei pali. Al 19’ arriva il clamoroso vantaggio del Benevento grazie ad uno splendido calcio di punizione di Ciciretti che non lascia scampo a Szczesny. La reazione bianconera arriva al 28’ con un destro di Cuadrado sul quale si immola Di Chiara e devia in maniera decisiva il tiro. Tre minuti più tardi è ancora il colombiano ad avere una clamorosa occasione ma il suo destro termina alto. Al 34’ Dybala prende palla al limite dell’area, supera un avversario e calcia di destro, Brignoli è strepitoso e si oppone all’argentino. Al 40’ ancora Dybala ha una grande occasione ma spreca clamorosamente un’ottima sponda di Higuain. Un minuto più tardi si salva ancora il Benevento al termine di un’azione concitata all’interno dell’area di rigore. Il primo tempo si conclude con un tentativo su punizione di Douglas Costa respinto da Brignoli.
La ripresa si apre con un’altra occasione bianconera con Higuain che ci prova su punizione ma la palla termina a lato. Al 57’ arriva il pareggio bianconero: cross di De Sciglio, sponda di Matuidi e sinistro perfetto di Higuain che segna un gol importantissimo. Tre minuti più tardi Cuadrado e Higuain hanno due grandi occasioni per raddoppiare, ma Brignoli è bravo ad opporsi in entrambi i casi. Al 62’ ci prova Matuidi con un bel colpo di testa, palla fuori di poco. Il vantaggio bianconero arriva al 66’: cross dalla sinistra di Alex Sandro e colpo di testa perfetto di Cuadrado che non lascia scampo a Brignoli. La reazione del Benevento arriva al 70’ con un gran destro da fuori di Cataldi che sfiora il palo. All’89’ Bentancur, entrato da poco, prova a chiudere la partita con un bel destro da fuori respinto in corner da Brignoli. Dopo tre minuti di recupero l’arbitro fischia la fine del match e Allegri può tirare un sospiro di sollievo.
Due punti guadagnati – I bianconeri possono sorridere non solo pensando al pericolo scampato dopo aver terminato il primo tempo in svantaggio, ma anche pensando ai due punti guadagnati sul Napoli, che non è riuscito ad andare oltre lo 0-0 contro il Chievo. La lotta si farà ancora più accesa dopo la sosta per le nazionali, e Allegri spera di ritrovare la sua migliore Juve dopo due prestazioni non proprio eclatanti contro Sporting Lisbona e Benevento.

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.