Hamsik “L’importante è stare lassù” ed il Napoli c’è”

NAPOLI (di Cristina Accardo) – I volti sorridenti per un’esultanza straordinaria sotto la Curva con i propri tifosi; sono queste le immagini che chiudono la diciottesima giornata di campionato della Serie A.

Al San Paolo, nel posticipo, il Napoli passa per 2 a 1 sul Torino e tiene il passo di Inter, Fiorentina e Juventus, che chiudono la prima gara dell’anno tutte con bottino pieno. Bloccate invece le romane che non vanno oltre ad un pareggio, cade il Milan in casa con il Bologna, per un Mihajlovic sempre più in crisi. Classifica che non subisce troppe variazioni, ai vertici c’è sempre il gruppo delle cinque che distaccano il resto delle avversarie: Inter 39 punti, seguite da Napoli e Fiorentina a 38, Juventus 36 e Roma 33. Chiudono Frosinone, Carpi e Verona, mentre dopo l’ennesima sconfitta, si fa sempre più pericolosa la posizione del Genoa, quartultima con soli 16 punti.

Le formazioni – Napoli: Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; David Lopez, Valdifiori, Hamsik; Callejon, Higuain, Insigne.

Torino: Padelli; Bovo, Glik, Moretti; Peres, Acquah, Vives, Baselli, Molinaro; Quagliarella, Belotti.

Napoli - Torino 2-1In campo – Partita ostica per gli azzurri. Sarri dopo la sosta sprona i suoi alla vittoria dopo i risultati delle avversarie dirette nel pomeriggio. Il primo guizzo dell’anno è di Callejon all’8 su passaggio di Hysaj, ma lo spagnolo spara su Padelli in uscita. Al 12’ ci riprova Callejon, ma l’ultimo difensore del Torino ci arriva con la punta delle dita. Al 15’ Napoli in vantaggio con una rete capolavoro di Lorenzo Insigne, ottava rete e sei assist, che mette dentro un pallonetto su cui Padelli non riesce ad arrivare. Il Napoli c’è e domina la gara, il Torino è in grande difficoltà. Al 26’ è Reina a superarsi con una parata da riflessi pronti su colpo di testa di Quagliarella. Errore di Ghoulam alla metà del primo tempo: l’ algerino atterra ingenuamente Peres in area ed è rigore. Sul dischetto Quagliarella non sbaglia, nonostante Reina indovini la traiettoria. E’ 1 a 1 al San Paolo. Ma al 40’ ancora vantaggio azzurro, questa volta con Hamsik che, su passaggio di Insigne, entra in area e fa tutto da solo mettendo la palla alle spalle di Padelli con un sinistro micidiale. Si va negli spogliatoi. Alla ripresa il Napoli cala rispetto al primo tempo, ma nonostante tutto Insigne per poco non mette a segno il secondo capolavoro, con una punizione che si infrange sulla traversa. Il Napoli controlla, il Torino cerca spazi. Al 77’ l’enigma dell’espulsione dei due allenatori Sarri e Ventura. Nei minuti finali della gara in evidenza i neo entrati Maxi Lopez per il Torino e Mertens per il Napoli, che mette più volte in difficoltà i difensori granata. Dopo i cinque minuti di recupero esplode l’urlo del San Paolo, il Napoli vince 2 a1 e tiene il passo di Inter, Fiorentina e Juventus, rimanendo saldo al secondo posto in classifica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.