Gli azzurri sognano in vetta alla classifica, come 25 anni fa

NAPOLI (di Eleonora Posabella) – La 24sima di serie A incorona il Napoli come nuova capolista dopo ben 25 anni di attesa, la squadra di Sarri infatti, dopo la vittoria ottenuta ieri sera contro l’Inter scala la vetta fino ad arrivare in cima.

Ma prima di arrivare al big match del lunedì sera, assistiamo ad altre gare che tengono vivi i sogni dei tifosi; nell’ anticipo pomeridiano di sabato il Torino continua a vincere e lo fa in casa contro un Bologna, che sembrava aver ingranato la marcia solo all’apparenza.
In serata il Milan a Sansiro travolge letteralmente la Sampdoria con ben 4 reti, alle quali collabora finalmente tutta la squadra, lasciando così intravedere un futuro più roseo per il tecnico Mihajlovic.
Di contro davvero pessimo avvio di campionato per il neo tecnico Vincenzo Montella, il quale, appena insediatosi sulla panchina dei blucerchiati, ha portato a casa fino ad ora soltanto due sconfitte.
Domenica alle 15.00 scende in campo la Roma, che accoglia all’Olimpico l’Atalanta di Reja; la squadra di Garcia è però ancora sotto shock a causa della pesante sconfitta subita in Champions League in casa del Barcellona e finisce col crollare sotto i colpi di un avversario decisamente più alla sua portata.
Intanto l’Udinese espugna il Bentegodi, battendo il Chievo, mentre il Frosinone ottiene tre punti importantissimi nella sfida contro il Verona, avversaria diretta nella lotta alla salvezza.
Serie a, palloneVince anche il Carpi, che nonostante l’iniziale svantaggio riesce a rimontare in casa del Genoa anche grazie alla superiorità numerica, maturata dopo appena 6 minuti di gioco.
Alle 18.00 continua la propria striscia negativa la Lazio di Pioli, che dimostra di saper vincere solo in Europa League, lasciandosi infatti battere dall’ Empoli al Castellani.
Nel posticipo serale di domenica è la volta della Juventus, che torna di prepotenza a far parlare di sè, poichè dopo il successo ottenuto in Champions League mette poi in fila la quarta vittoria consecutiva in campionato contro un Palermo non irresistibile.
Attendiamo quindi lunedì sera per conoscere le sorti dei piani alti della classifica, tocca prima alla Fiorentina, che ospite al Mapei stadium ed ancora una volta orfana di Kalinic non riesce ad andare oltre il pari contro il Sassuolo, lasciando così punti importanti per strada.
Infine chiude la XXIV giornata lo scontro del San Paolo tra Napoli e Inter, che vede i partenopei trionfare sulle ali del talento di Higuain, nonostante i pali presi dalla formazione di mister Mancini proprio quando il match è agli sgoccioli.
I nerazzurri decidono di cominciare a giocare solo dopo l’espulsione che li lascia in 10 per tutto il secondo tempo e questo gli costa il primo posto, che adesso saranno costretti a guardare dal basso per l’intera settimana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.