Fondi europei, la Cisl lancia il progetto per il sid

NAPOLI – Un “progetto sperimentale” per il Mezzogiorno che coinvolga segreteria nazionale e regioni del Sud “su sviluppo, crescita e utilizzo dei fondi europei”. Lo ha annunciato il segretario nazionale della Cisl Annamaria Furlan, a Napoli per un incontro del sindacato. Il coordinamento del progetto è stato affidato al segretario generale della Cisl Campania Lina Lucci, che coordinerà le Cisl delle regioni Meridionali su questo fronte.

Lina Lucci - Cisl“Il Paese non riparte se non riparte il Sud – ha detto Furlan – dobbiamo diventare propositivi e vigili, innanzitutto nella gestione dei fondi europei. Da oggi al 2020 ci saranno circa 70 miliardi di euro certi e sicuri da utilizzare. Per fare questo non possiamo continuare a essere un Paese in cui, soprattutto al Sud, chi deve programmare e chi deve attuare i progetti per gestire questi fondi, ogni anno non è in grado di farlo e i fondi tornano all’Europa”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.