Fili scoperti al Monaldi, «Alta pericolosità, chiudete il rack»

Dati sensibili alla merce’ di chiunque all’ospedale Monaldi. Si presenta così il rack dei componenti hardware del presidio ospedaliero collinare. Alcuni pazienti, ma anche addetti ai lavori denunciano l’accaduto, ponendo l’evidenza sulla pericolosità della situazione.

«Possibile – reclama un utente – che una struttura pubblica ospedaliera Campana possa gestire la sicurezza delle telecomunicazioni e la sensibilità del traffico dati, in questo modo?». Alle richieste fatte al personale di turno non ci sono risposte esaurienti: «Non sappiamo nulla», «stanno effettuando delle riparazioni», o la semplice indifferenza ai quesiti che vengono posti. Intanto alcuni esperti spiegano che un rack, (la cabina in foto) è un sistema hardware alimentata elettricamente in modo costante.

«Una situazione del genere può essere manomessa da chiunque, – continua l’utente – oltre alla evidente pericolosità, possono essere gestiti i dati sensibili da chiunque».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.