Federer concentrato su Wimbledon: possibile forfait a Roma

NAPOLI  (di Raffaele Caiffa) – Concentrazione ed obiettivi ben definiti: E’ il Roger Federer formato 2017, motivato come non mai, ad un mese dalla straordinaria vittoria agli Australian Open contro il rivale di una vita Rafa Nadal, lo svizzero è tornato in campo sbaragliando Benoit Paire nel primo turno del torneo di Dubai. Le possibilità (più che le speranze) che il 35enne di Basilea possa vincere ancora un titolo Slam sono così concrete che la programmazione è votata quasi unicamente a poter sfruttare la meglio tutte le occasioni più ghiotte: tornei sulla terra rossa potrebbero rimanere orfani del campione svizzero, possibile la rinuncia agli Internazionali di Roma e, tecnicamente, non è assicurata la presenza al Roland Garros.

OCCHI PUNTATI SU WIMBLEDON: torneo dove sua maestà “King Federer” è riuscito ad alzare il titolo in 7 occasioni (2003, 2004, 2005, 2006, 2007, 2009, 2012) cedendo solo in 3 lottatissime finali (2008 al 5o set contro Nadal, 2014 e 2015 contro Novak Djokovic, al 5o ed al 4o set). “A Wimbledon e agli US Open ho sempre probabilità finché sto giocando e sono sano. L’obiettivo sarà di Wimbledon. So che è il torneo dove ho la mia migliore possibilità e spero di essere al 100% “.

LA PREPARAZIONE per lo Slam londinese porterebbe dunque Federer a sacrificare una parte sostanziale della stagione sulla terra rossa al fine di garantire la migliore forma fisica per il più celebre dei tornei di tennis. “L’ho già detto dopo l’Open d’Australia, deciderò come organizzare la stagione sulla terra dopo il torneo di Miami. Perché se perderò tutti gli incontri nel prossimo mese sarà un conto, se li vincerò tutti un altro. Ogni decisione dipenderà da quanti tornei voglio, posso e devo giocare“ ha detto Roger.

IL 2017: Federer ha superato tutte le aspettative ad inizio stagione, mettendo la firma su uno Slam che mancava da 4 anni e mezzo (Wimbledon 2012) e riprendendosi alla grande dopo un infortunio che lo ha tenuto lontano dai campi da gioco per circa sei mesi. A 35 anni le forze vanno dosate e l’asso svizzerp sta valutando la possibilità di aumentare i tempi di inattività nel prossimo mese.
Difficile che Federer rinuncerà all’Open di Francia, anche se Roger riconosciuto che le sue migliori possibilità di rivendicare un ulteriore Slam potrebbero arrivare proprio sull’erba di Londra, piuttosto che sull’argilla di Parigi.
FORFAIT ROLAND GARROS E/O ROMA?So che l’Open di Francia sarà difficile anche solo per il fatto che dovrò mettere in conto tanto lavoro durante la stagione sul rosso per essere perfettamente pronto per questo appuntamento e non vi è alcuna garanzia“, ​​ha detto Federer, “Devo porre a me stesso la domanda, quanto posso a mettere in questo?” Possibile dato lo scarso feeling che lo svizzero ha con questo torneo (uno dei pochissimi a non aver mai vinto) “Ci sono stati anni in cui ho giocato tre o addirittura quattro tornei sulla terra, ma in questo momento una mole simile di impegni rappresenterebbe un grosso rischio, perché il mio corpo ha bisogno di recupero e di rimanere integro. Da quando è stata aggiunta una settimana tra Roland Garros e i Championships il tempo per preparare i tornei estivi in America si è notevolmente ridotto, quindi prima di Wimbledon ho in programma di inserire alcuni blocchi di richiamo fisico. Ripeto, vediamo come va lo swing primaverile sul cemento e poi deciderò il da farsi“.

Raffaele Caiffa

cell. 339 3103590

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.