Equitalia illegittima per sentenza

NAPOLI – Mercoledì 27 novembre alle ore 10.30, nelle sale della Galleria ‘Nea’ in piazza Bellini, si svolgerà la conferenza stampa di Cobas Imprese per lanciare le iniziative che ribalteranno la condizione di ‘vittima’ dei piccoli e medi imprenditori, commercianti e artigiani.

Imprenditori in mutande, tares, tasse,Ad aprile 2013 gli imprenditori si misero in mutande per protestare simbolicamente in piazza Dante e la loro provocazione arrivò davanti alla Camera dei Deputati, a Roma, nel mese di giugno 2013 quando chiesero, ancora una volta in mutande, l’immediato commissariamento di Equitalia, presentando anche il quesito referendario in Cassazione per l’eliminazione della macchina assassina, appunto Equitalia.

Parlano i dati: 167 suicidi di titolari di imprese, 49mila fallimenti e 100mila case esecutate nel 2012.

A 5 mesi dalla loro richiesta, gli imprenditori vincono la prima battaglia e si appellano a tutti i titolari di attività produttive e imprenditoriali, a cominciare da Napoli, per l’Ultimatum Day, iniziativa che verrà lanciata in conferenza stampa.

“Una recente sentenza del Consiglio di Stato dà ragione agli imprenditori ‘in mutande’ ritenendo illegittimi 767 dirigenti dell’Agenzia delle Entrate su un totale di 1.143-dichiara Giuseppe Graziani, leader degli imprenditori in mutande e presidente di Cobas Imprese- tale evidenza delegittima le cartelle esattoriali, quelle stesse per cui commercianti e imprenditori si sono tolti la vita o indebitati con gli strozzini, ora è il momento di essere risarciti, di chiedere la sospensione di tutte le cartelle Equitalia e denunciare l’elevatissima pressione fiscale che supera il 65%”.

La sentenza e le iniziative degli imprenditori saranno illustrate in conferenza stampa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.