Categoria | Sport

Dybala e Chiellini annichiliscono il Barça

(di Gianpaolo Rispoli) – Grande serata per la Juventus allo Stadium contro un Barcellona privo di gioco e di idee. Dybala è straordinario e la difesa quasi perfetta, Allegri inserisce in campo una squadra molto aggressiva e soprattutto con grande spirito di sacrificio, riuscendo a sconfiggere una delle migliori compagini al mondo. Dopo un grande sforzo iniziale Dybala decide di accendere la serata con due grandissimi gol a distanza di 14 minuti, da lì in poi la Juve stringe i denti e concede poco o niente al Barça, riuscendo anche a trovare il terzo gol all’inizio della ripresa con Chiellini. I bianconeri fanno così ricredere tutti gli scettici e si inseriscono di diritto tra le principali candidate alla vittoria della Champions League, consacrandosi definitivamente anche in campo Europeo.
La Cronaca – Formazioni: Juventus (4-2-3-1): Buffon; Dani Alves, Bonucci, Chiellini, Alex Sandro; Khedira, Pjanić (dal 44′ st Barzagli); Cuadrado (dal 28′ st Lemina), Dybala (dal 36′ st Rincon), Mandžukić; Higuaín
Barcellona (4-3-3): Ter Stegen; Sergi Roberto, Piqué, Umtiti, Mathieu (dal 1′ st André Gomes); Rakitić, Mascherano, Iniesta; Messi, Suárez, Neymar.
La Juve parte subito forte, e dopo tre minuti Higuaín ha una grande occasione di testa, ma la conclusione è centrale e Ter Stegen blocca in due tempi. I bianconeri passano in vantaggio dopo 7′: Cuadrado prende palla, punta Mathieu e poi serve un bel pallone a Dybala, l’argentino si gira e con un gran sinistro batte un Ter Stegen incolpevole. La svolta si ha tra il 20’ e il 21’: prima Buffon salva tutto su un destro di Iniesta a distanza ravvicinata, poi, nell’azione successiva, Dybala infila per la seconda volta Ter Stegen con un altro gran sinistro all’angolino. Il Barcellona non riesce a reagire e persino Messi appare molto nervoso ed incapace di ribaltare la situazione, così i bianconeri si limitano ad attendere ed il primo tempo termina 2-0 senza ulteriori occasioni.
Nella ripresa parte subito forte il Barça, che dopo un minuto si rende pericoloso con un destro da fuori di Messi che esce di poco. I ritmi sono subito altissimi e un minuto più tardi Khedira ci prova da lontano, col pallone che finisce non lontano dal palo alla sinistra di Ter Stegen. Al 51’ è ancora Iniesta ad avere una buona occasione, ma il suo destro dal limite dell’area termina alto. Due minuti dopo c’è una grandissima occasione per Higuaín, che su una grande imbucata di Dani Alves si presenta a tu per tu con Ter Stegen, ma non riesce a superare il portiere tedesco. La gioia, però, è solo rimandata: al 55’, infatti, Chiellini si libera dalla marcatura di Mascherano e trova un grandissimo colpo di testa su corner di Pjanić, portando il risultato sul 3-0. Per assistere alla reazione dei blaugrana bisogna aspettare il 67’ quando, su una gran palla di Messi, Suárez si presenta davanti a Buffon, ma una leggera deviazione di Chiellini sul tiro dell’uruguaiano salva tutto in calcio d’angolo. Da lì in poi i minuti passano senza grandi emozioni, il Barcellona non riesce a creare ed Allegri si tutela inserendo giocatori più difensivi, riuscendo ad addormentare la partita e portando a casa un preziosissimo 3-0.

In vista del ritorno – Gli uomini di Allegri escono da questa serata col morale alle stelle e con un gran bel vantaggio da amministrare al Camp Nou. I bianconeri, però, dovranno stare attenti e guardare più volte la brutta figura del PSG che, sul campo del Barça, dopo aver vinto 4-0 all’andata, è riuscito a farsi sfuggire una qualificazione ormai a portata di mano perdendo 6-1 al ritorno. C’è da aggiungere, però, che la difesa della Juventus è una delle migliori al mondo, e questo fa ben sperare in vista non solo della partita che si terrà tra 8 giorni in Catalogna, ma anche del futuro di una squadra che ormai sembra non conoscere più limiti.

Share

Leave a Reply