Draghi unica soluzione alla crisi, un richiamo al senso di responsabilità

di Vittorio Ferreri

Si era da un bel po’ di tempo compreso che lo sconsiderato e costante attacco dell’indefinibile, oltre che inaffidabile Renzi avrebbe costretto in breve il nostro amato Presidente a convocare Draghi al Quirinale per una soluzione tecnica alla crisi di governo onde porre fine al gioco al massacro del vero “ partitino delle poltrone “ con un capo che soffre di delirio di onnipotenza. Il presidente Mattarella, giustamente stimato dalla maggior parte degli Italiani, consapevole, come ben pochi parlamentari, della gravissima situazione pandemica sta provando a salvare il salvabile onde evitare di precipitare in una terza e ben più grave fase pandemica.

Certamente questo nuovo Governo permetterà a persone come Salvini, Meloni, Berlusconi, Renzi di fare i “responsabili” solo per poi dichiarare di aver contribuito a salvare l’Italia ed affermare che senza di loro non si sarebbe ottenuto una svolta positiva. Renzi risponderà agli Italiani ed alla storia del suo operato, grave ed inaccettabile soprattutto perché ispirato e mosso solo dallo smisurato desiderio di potere, non come falsamente strombazzato. Augurandoci che il prof. Draghi riesca a formare un Governo “serio ed autorevole “, quindi senza l’appoggio di “distruttori del bene dell’Italia tutta, come i capi del Centrodestra, compreso Renzi, il più a destra del Centrodestra, l’auspicio rimane di evitare elezioni che porterebbero purtroppo ad un altro lockdown, con un danno notevolmente più elevato per l’economia e per la salute degli Italiani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.