Djokovic su Federer: “Gli ho consegnato la vittoria”

(di Raffaele Caiffa) –  Commenti a caldo, quelli di Novak Djokovic: il serbo parla in conferenza stampa dopo poco più di 10 minuti dal termine del match che lo ha visto perdere contro Roger Federer con il punteggio di 7-5, 6-2. Disappunto e rammarico, con una vena di rabbia, ecco come si presenta il numero 1 del mondo, che non è affatto contento della prova da lui espressa alla 02 Arena alle Atp Finals di Londra.

Novak DjokovicEcco il commento del tennista di Belgrado:  “Ci sono giorni in cui non ti senti al meglio, nemmeno minimamente vicino al tuo meglio. Roger ha variato, ha sempre giocato una palla diversa. Ha usato lo slice e lo spin molto saggiamente. Ha servito in maniera efficace. Io ho fatto tanti, tanti errori gratuiti. Gli ho consegnato la vittoria, specialmente nel secondo set. Non mi sono mosso bene, sopratutto ad inizio scambio. Quando ho perso quel game sul 2-3 nel secondo set, ho sbagliato tre punti su 5 con dritti e rovesci facili. Anche quando colpivo, non ho trovato gli angoli. Ma è lo sport. A volte partite e giorni del genere possono esserci. La cosa buona è che il round robin, perciò ho ancora un’opportunità per raggiungere le semi.”

Il commento tecnico non finisce qui: “Tatticamente lui ha giocato bene, mi dava palle con spin, aspettava che io giocassi corto per poi entrare. Ma io gli ho permesso di giocare con penetrazione e di comandare il ritmo dello scambio. Ho giocato senza profondità e con tanti errori, e se giochi così contro Roger non hai chance. Devo riflettere su cosa ho fatto male e andare avanti. Voglio spingermi al limite mentalmente, fisicamente ed emotivamente”, ha detto Djokovic, che affronterà Tomas Berdych giovedì per un posto in semifinale. Il tennista ceco è già fuori dai giochi avendo già perso 2 incontri, prima contro Federer e nella giornata di ieri contro Kei Nishikori (futuro sfidante dello svizzero).

Roger Federer, stuzzicato dai giornalisti sulle parole del rivale, ribatte: “Nel secondo Novak non ha giocato bene come nel primo set, può giocare meglio ma non ha giocato in maniera terribile. Perchè ha giocato in quel modo? Mi piacerebbe rendermi merito, onestamente. E’ una grande vittoria, può aiutarmi per il resto del torneo o almeno nel prossimo match, mi darà tanta fiducia anche per l’anno prossimo. E’ sempre buono battere Novak o qualche altro top player. Ma per me Novak è ancora il favorito nel torneo e contro Berdych.  Sarà più difficile batterlo. E’ stato importante approfittare del fatto che non stesse giocando così bene oggi così”.

Raffaele Caiffa

cell. 339 3103590

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.