Di nuovo derby, ancora Juve

NAPOLI (di Eleonora Posabella) – Ennesimo successo in campionato per la Juventus di Massimiliano Allegri, che nonostante la cocente eliminazione dalla Champions League, avvenuta mercoledì sera, porta avanti serena il suo cammino verso lo scudetto.

L’esclusione dalla massima competizione europea non intacca l’entusiasmo della squadra bianconera, che approccia al derby con la massima concentrazione. BuffonAl termine della prima frazione di gioco infatti l’undici di Allegri è già sopra di due gol, mentre Buffon approda indisturbato al record di imbattibilità, superando i 929 minuti di Sebastiano Rossi nella stagione 92-93. Proprio come nella gara contro il Bayern Monaco però la situazione si ribalta al rientro dagli spogliatoi, poiché il Torino si dimostra da subito combattivo, ottenendo un calcio di rigore su fallo di Alex Sandro, concretizzato il quale, il team di Ventura riapre la partita.
L’inadeguatezza dell’ arbitraggio nega poi un gol regolarissimo ai padroni di casa granata, capovolgendo così ancora una volta l’andamento del match, che infatti da questo momento sarà nettamente appannaggio dei bianconeri.
La doppietta di Morata, subentrato per infortunio a Dybala già nel corso del primo tempo, archivia definitivamente la pratica derby, consolidando la posizione da prima della classe della vecchia signora.
Da segnalare in chiusura l’espulsione di Khedira, che insieme alle ammonizioni dei diffidati Bonucci e Alex Sandro lascia sguarnita la Juventus, che dovrà affrontare indebolita il prossimo match.
Migliore in campo: Alvaro Morata, l’attaccante spagnolo, nell’ arco di una settimana dimostra di aver ritrovato la migliore condizione, presentandosi nuovamente come una validissima alternativa per quanto riguarda il reparto offensivo.
Peggiore in campo: Alex Sandro, il brasiliano diversamente da quanto dimostrato in Champions da luogo ad una delle sue peggiori prestazioni stagionali, causando tra le altre cose il fallo da rigore, che mette in discussione il risultato anche se solo per pochi minuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.