De Magistris: “Non credo Napoli ultima città per qualità vita”

NAPOLI – ”Napoli nelle statistiche non e’ mai stata prima, pero’ non sono affatto convinto che sia l’ultima citta’ in cui si possa vivere per qualita’ della vita. L’indagine del Sole24ore riguarda tutta la provincia, non solo la nostra citta’ ed il suo milione di abitanti, ma circa tre milioni di persone che abitano soprattutto l’hinterland. Questo e’ un fattore di cui si deve tener conto, se vogliamo commentare i dati con onesta’ intellettuale”. Lo dichiara il sindaco di Napoli Luigi de Magistris.

“Quello che l’indagine evidenzia – aggiunge – sono i problemi di una questione meridionale che parte da lontano: non voglio dire dal 1861, ma sicuramente dal dopoguerra ad oggi. Il dato emergente che maggiormente mi preoccupa e’ l’occupazione: un fattore determinante per la qualita’ della vita e che interroga il governo. Proprio il lavoro rappresenta la vera questione meridionale ancora aperta, conseguenza di un paese che in questi anni non ha investito nel mezzogiorno e nell’occupazione, di cui Napoli e’ stata ed e’ epicentro critico. Rispetto le indagini che ognuno, nell’ambito delle sue competenze, conduce, ma poi analizzo la citta’ che vedo tutti i 
giorni”.

Luigi De magistrisSul tema della qualita’ della vita de Magistris chiede “se i parametri cosiddetti ‘scientifici’ possano bastare a definirla: perche’ non si tiene conto della bellezza, delle emozioni, del potenziale artistico-culturale che pure condizionano, e non poco, la vita? Sono elementi per cui non siamo affatto ultimi, come dimostra il flusso turistico, l’interesse artistico-culturale che ci vede ospitare mostre, concerti, convegni e iniziative di rilevanza internazionale. Al sud c’e’ tanta ricchezza, sicuramente non materiale, che nelle statistiche non compare mai”.

“Napoli, pur tra tante difficolta’, si e’ liberata dalla turpe immagine dei rifiuti, cresce unica in Italia per turismo, ospita convegni, mostre e iniziative di livello internazionale, nella deriva di privatizzazione generale punta sul pubblico efficiente come garanzia dei diritti di tutti ed, rispetto alla situazione finanziaria disastrata che abbiamo ereditato, adesso sta migliorando, come per altro riconosciuto, recentemente, dallo stesso Sole24ore”, conclude De Magistris.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.