Coppa America, rischio danni per il maltempo

NAPOLI  – Onde di grandezza tale da superare il frangiflutti realizzato a ridosso di Lungomare Caracciolo e il vento particolarmente teso, dato in aumento nel corso del pomeriggio, hanno obbligato il Comitato di Regata dell’AC World Series Napoli ad annullare le prove. Questa la motivazione ufficiale fornita dagli organizzatori delle World Series di Coppa America per la decisione di annullare i match race e le due regate di flotta previste per oggi a Napoli. E’ la prima volta volta che un’intera giornata di regate viene annullata nella storia delle World Series di Coppa America, sui 25 giorni di regata fin qui disputati in giro per il mondo.

Le due regate di flotta non saranno recuperate, mentre domani si disputeranno a partire dalle 12.50 le due semifinali dei match race, a seguire, alle 13.50, ci sara’ l’AC500 Speed Trial, mentre alle 14.55 si chiudera’ con l’ultima regata di flotta che dara’ la classifica finale dopo la tappa napoletana. ”Oggi ci siamo trovati nella condizione di dover annullare il programma a causa delle condizioni meteo particolarmente avverse – ha spiegato il direttore della regata, Iain Murray – secondo i bollettini, nel corso del pomeriggio la situazione dovrebbe addirittura peggiorare e le raffiche dovrebbero superare i 30 nodi. Il rischio di generare danni a cose e persone Š troppo elevato. Non si Š trattato di una scelta facile: il mio cuore mi ha detto a lungo di mandare in acqua i team, ma la testa mi ha consigliato di aspettare fino a domani”. Secondo quanto riferito dagli organizzatori in una nota i velisti ”pur dispiaciuti di aver perso un giorno di regate davanti all’entusiasta pubblico partenopeo, si sono detti d’accordo con la scelta operata da Iain Murray e dal Comitato di Regata”. ”Hanno preso la decisione giusta – ha spiegato Paul Campbell-James, skipper di Luna Rossa Swordfish – Vento e mare erano davvero al limite e a farne le spese sarebbero potute essere le barche. Quindi, ripeto, decisione ineccepibile seppur triste”. Visto il no race deciso dall’organizzazione, informa la nota ufficiale, molti velisti si sono ritrovati presso l’AC45 Club dove si sono confrontati in una serie di regate virtuali. Il trimmer di Team Korea, Mark Bulkeley, ha fatto segnare il miglior tempo nell’America’s Cup Speed Trials, vincendo una bottiglia di champagne Mo‰t et Chandon”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.