Comunità Ebraica, la mostra dei 150 anni all’Archivio di Stato

NAPOLI – Dalle piantine del primo stadio del Calcio Napoli, lo Stadio Partenopeo distrutto dai bombardamenti della Seconda guerra mondiale, alla corrispondenza dei banchieri Rothschild. Centocinquant’anni di storia della comunità ebraica napoletana in mostra: il 14 gennaio alle ore 11, nell’Archivio di Stato di Napoli, in piazzetta Grande Archivio, apre il nuovo allestimento della mostra ”La Comunità Ebraica di Napoli, 1864-2014: 150 anni di storia”.

Comunità Ebraica, EbreiNegli spazi del Chiostro del Platano, proprio nel cuore dei quartieri che videro il fiorire delle antiche giudecche dal VI secolo d.C. alla cacciata dal Viceregno Spagnolo, nelle aree di San Marcellino e Porta Nova, si ripropone l’allestimento della mostra inaugurata lo scorso novembre alla Biblioteca Nazionale, riveduta ed ampliata nei contenuti.

La narrazione della storia della comunità napoletana prende il via dalla nascita di questi quartieri, rimasti cuore della vita ebraica fino alla grande cacciata degli ebrei nel 1510. Numerosi documenti, mai esposti finora, raccontano la riammissione degli ebrei nel Regno nel 1740, sotto il governo di Carlo di Borbone, e la successiva espulsione nel 1746.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.