Challenger Napoli: Donati e Napolitano al secondo posto

NAPOLI (di Raffaelel Caiffa) – Si conclude in finale l’avventura di doppio di Matteo Donati e Stefano Napolitano al Challenger di Napoli. I due italiani sono stati battuti in due set dal team composto dai tedeschi Gero Kretschmer e Alexander Satschko i quali si sono imposti con il punteggio di 6-1, 6-3 in un ora di gioco.

Matteo Donati e Stefano NapolitanoI due giovani talenti azzurri, che si sono sfidati in singolare proprio alla Capri Watch Cup dove ha avuto la meglio Napolitano, non sono riusciti a tenere testa al duo teutonico che in campo appariva ordinato e più organizzato (i due sono prevalentemente giocatori di doppio) e poteva avvalersi anche di una maggiore esperienza raccogliendo i favori del pronostico.

Inizia la partita, e gli italiani si trovano sotto con il punteggio cedendo la battuta nel terzo game: Kretschmer fa buona guardia a rete limitando molto gli schemi degli azzurri che cedono il turno di battuta. Sul 2-1 e servizio contro un bel rovescio di Donati infilagli avversari per il 40-40 ma poi Napolitano non riesce ad alzare la volee di Kretschmer che si vince il deciding point.  Lo svantaggio aumenta il game successivo quando ancora una volta Kretschmer trova un rovescio lungolinea che lascia immobile Donati per il 4-1 e servizio. Napolitano è troppo falloso con il rovescio e non riesce a reggere il confronto sottorete e prima della fine del set, i teutonici si assicurano il primo turno di battuta nel secondo parziale inanellando il quarto gioco consecutivo e strappando per la terza volta il servizio agli italiani chiudendo il set per 6-1 in soli 25 minuti.

Secondo set dove gli italiani provano subito ad essere aggressivi conquistando una palla break grazie alla volee di Donati ma Satschko placa subito gli animi con la battuta ed ottiene il primo game del secondo parziale. Nel terzo game Kretschmer commette 2 dopi falli consecutivi concedendo una chance a Donati/Napolitano ma il team tedesco è più affiatato e si muove benissimo sottorete ergendo un vero e proprio muro grazie anche all’aiuto del nastro in un paio di occasioni.

Il break a favore dei tedeschi arriva nel sesto gioco con Napolitano al servizio: ennesimo episodio sfortunato per Donati che viene ingannato dalla deviazione decisiva del nastro che costringe il 21enne di Alessandria all’errore, Satschko flirta continuamente con il nastro e con le righe e la maggior parte delle volte viene ricambiato, non hanno la stessa sorte i colpi di Napolitano che si infrangono diverse volte sul net.

Donati/Napolitano ci provano fino all’ultimo ma Kretschmer e Satschko sono autori di una gara ordinata e priva di sbavature e chiudono il match per 6-1, 6-3. Domani la finale di singolare al Challenger di Napoli fra Jozef Kovalik e Arthur De Greef, altri due giovani tennisti molto promettenti.

Raffaele Caiffa

cell. 339 3103590

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.