Archivio | Cronaca

La Terza Municipalità apre le sue “finestre sulle stelle” con Totò e Caruso

La Terza Municipalità apre le sue “finestre sulle stelle” con Totò e Caruso

NAPOLI – Sarà Liliana De Curtis ad aprire domani venerdì 31 ottobre, alle ore 11, presso la sede dell’Istituto Froebeliano in via Stella 137, la conferenza stampa di presentazione della kermesse “Finestre sulle stelle” dedicata al principe della risata Totò e al tenore Enrico Caruso.

Lialiana De CurtisL’iniziativa, che rientra nel calendario di eventi del Forum Universale delle Culture, è a cura della Terza Municipalità del Comune di Napoli, in collaborazione con l’associazione “Noi per Napoli”. A dare il via al ricco programma di appuntamenti, che prevede convegni, lezioni-spettacolo, rappresentazioni teatrali, concerti, mostre di fotografia e pittura, visite guidate sui luoghi in cui vissero i due grandi artisti a cui il territorio di Stella San Carlo all’Arena diede i natali (Totò nacque in via Santa Maria Antesaecula, Caruso in via SS. Giovanni e Paolo), sarà la due giorni di eventi dedicata sabato 1 e domenica 2 novembre alla più grande maschera comica del cinema italiano. Madrina della serata di chiusura dell’iniziativa che si terrà domenica 2 novembre, alle ore 21, in piazza Sanità con la conduzione di Rosaria De Cicco, sarà Liliana De Curtis, con cui si alterneranno sul palco gli artisti che riceveranno il Premio Totò.
Oltre a Liliana De Curtis, alla conferenza stampa interverranno la presidente della Terza Municipalità Giuliana Di Sarno, il vice presidente Vincenzo Rapone, l’assessore alla Cultura Viviana Salzano, i direttori artistici della rassegna Carmine Bonanni, Diego Macario e Sergio De Simone, Rosaria De Cicco e tutti gli artisti e le associazioni che parteciperanno alle iniziative.

Situato in Cronaca, Primo Piano, Spettacolo commenti

Contestato il Convegno della Banca Europea a Napoli

Contestato il Convegno della Banca Europea a Napoli

NAPOLI – Circa trenta persone stanno manifestando all’esterno della Stazione marittima di Napoli, dove è in corso la conferenza del Femip organizzata dalla Banca europea investimenti e dove, in apertura, è intervenuto il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan.

IManifestazione contro Bce manifestanti, che espongono cartelli con le scritte “Stop jobs act” e “l’articolo 18 lo vogliamo, meglio vecchi che Saviano”, sono stati fermati da un cordone di polizia e Guardia di Finanza all’ingresso dello spazio antistante l’edificio. Le forze dell’ordine hanno anche provveduto a chiudere il cancello del varco d’ingresso della Stazione marittima. Gli attivisti hanno espresso solidarietà agli operai di Terni che ieri hanno manifestato a Roma.

Situato in Cronaca, Primo Piano commenti

Cannabis terapeutica: entro il 31 ottobre il piano d’azione, ma i malati dissentono

Cannabis terapeutica: entro il 31 ottobre il piano d’azione, ma i malati dissentono

Da una ricerca di mercato condotta da Ixè e presentata in occasione del Forum internazionale dell’agricoltura e dell’alimentazione curato della Coldiretti è emerso che quasi 2 italiani su 3 sono favorevoli all’uso della marijuana per scopi terapeutici.

cannabis_uso_medicoPrecisamente sono il 64% i cittadini che si dichiarano a favore di coltivazione e produzione italiana di cannabis, una missione che sarà espletata dallo Stabilimento Chimico Farmaceutico Militare di Firenze. Ma le ragioni di tale ampio assenso non sono soltanto umanitarie. Il business generato dalla cannabis medica, infatti, potrebbe fruttare ben 1,4 miliardi di euro l’anno, e la creazione di 10 mila nuovi posti di lavoro.
Tutta la questione della cannabis, quindi, è diventata anche di interesse economico, oltre che benefico dal punto di vista dei pazienti. Pazienti che, attraverso l’associazione no-profit LapianTiamo – Cannabis Social Club Racale (LE), stanno manifestando il loro disappunto contro i palazzi ministeriali, per la totale mancanza di considerazione verso coloro che, fino a prova contraria, dovrebbero essere i beneficiari finali dell’operazione. Entro il prossimo 31 ottobre, infatti, un gruppo di lavoro composto dagli esponenti dei Ministeri di Salute e Difesa, dallo SCFM, dall’AIFA, dall’Istituto Superiore della Sanità, dal Ministero delle politiche agricole e forestali e dalle Regioni e Province autonome, si riunirà per elaborare il protocollo d’azione che definirà tutti i procedimenti relativi alla cannabis terapeutica, dalla produzione con le differenti tipologie di cannabis alla distribuzione dei cannabinoidi ai pazienti. Tutto questo, però, senza tener conto veramente dei malati e delle loro priorità.
A tal proposito Rita Bernardini, segretaria nazionale di Radicali Italiani e presidente ad honorem dell’Associazione LapianTiamo, ha chiesto pubblicamente alle istituzioni di coinvolgere i malati nell’avvio del progetto pilota, includendo in particolare Andrea Trisciuoglio e Lucia Spiri, rispettivamente segretario e presidente di LapianTiamo, nel gruppo di lavoro. Questo sarebbe “un segnale di apertura e di trasparenza verso i pazienti”, e consentirebbe di definire strategie efficaci grazie al valido contributo da parte di chi ha già personalmente sperimentato i benefici dei cannabinoidi sul proprio corpo, dal momento che entrambi i fondatori dell’Associazione sono affetti da sclerosi multipla.
Nel frattempo, la ricerca sull’efficacia della cannabis per curare patologie più o meno diffuse continua, con recenti studi che hanno approfondito i suoi molteplici benefici contro il cancro, ad esempio, o la rigidità muscolare, o ancora il morbo di Alzheimer o addirittura contro l’acne. Tra le eccellenze italiane più illustri impegnate da anni nella ricerca in questo settore, anche l’istituto di chimica biomolecolare del Cnr di Pozzuoli (NA), al cui direttore Dott. Vincenzo Di Marzo è stato assegnato il premio internazionale Guido Dorso per la sezione ricerca in occasione della XXXV edizione dell’evento, lo scorso 9 ottobre.

Situato in Cronaca, Primo Piano commenti

Masslo, un premio per ricordare l’immigrato martire della camorra

Masslo, un premio per ricordare l’immigrato martire della camorra

NAPOLI (di Attilio Iannuzzo – Il Mattino) – A Napoli la Terza Edizione del Premio Jerry Masslo, promosso dalla Flai Cgil, riconoscimento rivolto agli studenti delle scuole primarie, agli universitari ed agli immigrati scrittori in Italia, ma anche una campagna di sensibilizzazione per le condizioni di disagio in cui vivono gli stranieri in Italia.

Premio MassloJerry Masslo fu ucciso dalla criminalità nel 1989 a Villa Literno, chiaro esempio di discriminazione e di sfruttamento. In primo piano accoglienza e lavoro dignitoso, che non hanno ancora trovato un’adeguata dimensione nel nostro paese. “Sul fronte dell’immigrazione l’Ue può fare di più – ha detto il viceministro dell’Interno, Filippo Bubbico – non solo dal punto di vista delle risorse economiche movimentate, ma anche per rimediare alla mancata iniziativa politica.

Questo il deficit più grave – ha aggiunto – a livello comunitario”. Per Bubbico le questioni sono complesse, in quanto “Si è di fronte a conflitti nuovi e problemi inediti, e l’Ue non ha saputo pronunciare il proprio protagonismo e alimentare una politica per le relazioni euromediterranee”. Da non trascurare l’impegno del governo, resta infatti apprezzabile per il Viceministro la decisione presa un anno fa sull’operazione Mare Nostrum, “una scelta assunta vincendo tante resistenze – dice – per dare un segnale preciso all’Europa”. Accogliere dunque e al tempo stesso favorire processi di democrazia e di rispetto della dignità della persona nei luoghi di origine. Da rivedere le politiche di accoglienza “su cui – insiste Bubbico – il governo gioca una carta importante di credibilità”. “Si parte dalle politiche dell’accoglienza – dice Stefania Crogi, Segretario Generale Flai Cgil Nazionale – con un evidente necessità di rifinanziare l’operazione Mare Nostrum; l’immigrato deve essere accolto con dignità ed anche l’Europe deve fare la sua parte. Non si può – conclude Crogi – perdere il diritto di cercare un lavoro”.

Situato in Cronaca commenti

Rifiuti: arrestato Gravante, imprenditore del “Latte Matese”

Rifiuti: arrestato Gravante, imprenditore del “Latte Matese”

NAPOLI – Personale del Comando Provinciale di Caserta del Corpo Forestale dello Stato ha eseguito un ordine di custodia cautelare, con il beneficio dei domiciliari, nei confronti di Giuseppe Gravante , 75 anni, storico patron di societa’ casertane operanti nel settore zootecnico e agroalimentare per la produzione, trasformazione ed imbottigliamento del latte a marchio “Latte Matese” e “Foreste Molisane”.

MuccheAlle 11:30 di oggi, presso in procura a Santa Maria Capua Vetere , in una conferenza stampa saranno forniti i dettagli dell’operazione. Secondo quanto si e’ appreso, l’arresto e’ legato allo smaltimento rifiuti nell’azienda. L’imprenditore avrebbe costretto, sotto minaccia di licenziamento, i propri dipendenti a sversare rifiuti zootecnici nel fiume Volturno e a sotterrare altro tipo di rifiuti nei terreni della propria azienda agricola.

Situato in Cronaca commenti

Traffico crocieristico in ripresa «Nel 2015 Napoli cresce del 16%»

Traffico crocieristico in ripresa «Nel 2015 Napoli cresce del 16%»

NAPOLI (di Attilio Iannuzzo – Il Mattino) – L’industria crocieristica è in crescita, lo conferma il rapporto dell’ Italian Cruise Day, l’evento crocieristico nazionale che si svolge a Napoli nella sua quarta edizione. I dati lasciano ben sperare, in quanto dopo la decrescita dell’anno in corso, le prime previsioni 2015 sono positive. Il traffico crocieristico, stando alle stime, raggiungerebbe negli scali italiani un aumento del 6,37%.

Navi crociereSe tale previsione è confermata, nel 2015 saranno circa 10,9 milioni i passeggeri imbarcati, sbarcati e in transito negli scali nazionali e circa 4.700 le toccate nave a fronte delle 4.676 stimate a fine 2014. I dati sono il frutto della proiezione effettuata da Risposte Turismo su 31 porti crocieristici italiani, scali che complessivamente, nel 2014 avranno movimentato il 98% del totale passeggeri e l’87% delle toccate nave. “Napoli registra un 16% di incremento – dice il Presidente di Risposte Turismo Francesco Di Cesare – inteso come movimentazione passeggeri, ed anche Salerno si colloca bene con un incremento del 20%. E’ chiaro – aggiunge– che questo incremento è compensativo di un deficit pregresso, ma siamo fiduciosi nel lungo periodo”. La Camera di Commercio di Napoli, partner dell’evento, crede nel turismo crocieristico e valuta positivamente i valori del rapporto: “I dati sono confortanti ed il settore crocieristico è strategico e di grande pregio – dice il Presidente della Camera di Commercio di Napoli Maurizio Maddaloni – ed è l’occasione per uscire dal torpore istituzionale a cui siamo sottoposti”. Secondo Maddaloni “Sono troppi i ritardi nella programmazione nazionale e nella gestone strategica che dovrebbero confluire nel nuovo Piano Nazionale della Portualità e della Logistgica”. Il rapporto ha inoltre analizzato, come nelle precedenti edizioni del report, anche altri aspetti del comparto crocieristico. Per quanto riguarda le infrastrutture si evidenzia il proseguimento del trend di crescita del numero di terminal crocieristici nazionali, passati dai 41 del 2013 ai 46 del 2014, con una previsione di incremento per il 2015 di ulteriori 2 unità. Inoltre lo studio evidenzia, per il 2015, un incremento del 5% del numero di porti in grado di ospitare navi superiori ai 350 metri di lunghezza.

Situato in Cronaca commenti

IItalian Cruise Day a Napoli, Wärtsilä è lead sponsor

IItalian Cruise Day a Napoli, Wärtsilä è lead sponsor

NAPOLI- Wärtsilä, azienda leader mondiale nella fornitura di soluzioni di power generation per il settore marino e dell’energia, è lead sponsor della quarta edizione dell’Italian Cruise Day, organizzata nella giornata di oggi presso la Stazione Marittima di Napoli.

Napoli e l’Italia rappresentano dei mercati importanti per Wärtsilä. L’Azienda – che tra i suoi clienti annovera nomi del calibro di Grimaldi Lines e Gruppo Carnival – si impegna in maniera costante nell’offrire soluzioni che possano garantire sostenibilità, sicurezza ed efficienza alle operazioni di armatori, operatori e cantieri navali.

mscCon oltre 11 milioni di imbarchi-sbarchi e transiti registrati dai porti italiani nel 2013*, il turismo crocieristico rappresenta una risorsa importante per il nostro Paese” afferma Marco Golinelli, Vice President Power Plants di Wärtsilä Italia.

“È proprio per questo che, per poter affrontare al meglio le sfide future, gli operatori hanno bisogno di soluzioni in grado di rendere più efficienti le operazioni dal punto di vista ambientale ed economico”.

Pietro Zanini, General Manager Sales, Services Unit Wärtsilä Italia aggiunge “Nonostante la necessità di rendere più efficiente il settore dei trasporti marittimi sia assodata, è importante che gli enti regolatori tengano presenti le caratteristiche del mercato italiano e i bisogni dei principali player in modo che la riduzione delle emissioni, sicuramente necessaria in un’ottica di lungo periodo, possa risultare positiva sia per gli operatori sia per l’ambiente”.

Wärtsilä offre un’ampia gamma di soluzioni nei segmenti merchant, offshore, cruise&ferry, naval e special vessel. L’Azienda è in grado di progettare soluzioni su misura al fine di garantire la massima flessibilità ed efficienza delle operazioni.

Situato in Cronaca, Economia commenti

Vandalismo e degrado a Giugliano, i “Cinque stelle” chiedono rassicurazioni

Vandalismo e degrado a Giugliano, i “Cinque stelle” chiedono rassicurazioni

NAPOLI – Sono stati ricevuti dalla Commissione straordinaria, e dai responsabili del Comune, gli attivisti del Movimento 5 stelle, con la richiesta di messa in sicurezza della Villa Comunale di Giugliano. Oltre ai cestini e le panchine, e l’illuminazione pubblica si è convenuti sulla necessità di un impianto di videosorveglianza.

Movimento-5-StelleLa richiesta protocollata martedi mattina è stata letta nell’assemblea pubblica lunedì sera. L’impegno dei Commissari è andato oltre con la promessa di un bando per assumere volontari da destinare ad aree più predisposte ad atti vandalici. Mentre per i locali all’interno della Villa, invece di destinarli ad un posto di Polizia Municipale, verranno adibiti ad asilo comunale, ad un anno da oggi. L’alternativa era di chiuderla e questo non è accettabile considerata la centralità per la cittadinanza di un punto di incontro e di socializzazione e principalmente per dare una risposta a chi vandalizza la nostra terra. Il disagio in questa città è notevole, e le proteste che si incontrano ogni giorno ne sono testimonianza, come la Via Marinone che va risolta in brevissimo tempo. I Commissari si sono espressi anche sulla questione inceneritore, chiarendo che nei termini del bando faranno ricorso. I Cittadini attivi di Giugliano che si riconoscono nelle attività del Movimento 5 stelle continueranno nell’opera di vigilanza per la tutela del patrimonio pubblico.
Movimento 5 stelle Giugliano

Situato in Cronaca commenti

Il Salone Nautico alla Mostra d’Oltremare, le “novità” per il nuovo anno

Il Salone Nautico alla Mostra d’Oltremare, le “novità” per il nuovo anno

NAPOLI – Si aprono le danze Sabato 25 ottobre alle ore 10 alla Mostra d’Oltremare con il Salone Nautico d Napoli “Oltremare” organizzato dalla Mostra d’Oltremare spa con l’ANRC (Associazione Nautica Regionale Campana).

barcaIn vetrina barche da diporto dei cantieri nautici più prestigiosi del Sud Italia, info point per diportisti con porti turistici, aree marineprotette, stand dedicati alla pesca e ai circoli sportivi di vela, canottaggio e motonautica, grandi eventi legati al settore marittimo, dallo spettacolo di sport estremi con il Marmeeting di Furore ai servizi di charter per scoprire grotte e baie della Campania con By Tourist On the Sea. Inoltre con MSC saranno in palio due crociere, con un’estrazione programmata a conclusione della kermesse (i biglietti acquistati dovranno quindi essere conservati).
“Abbiamo organizzato un workshop con la Regione sul tema del marketing in programma il 30 ottobre – illustra Renato Martucci, Presidente dell’Associazione Nautica Regionale Campana e Consigliere Ucina – per accendere i riflettori sui cambiamenti in corso nel settore, su provvedimenti legislativi rilevanti e variazioni del mercato in termini commerciali. Naturalmente daremo ampio spazio al settore della formazione e al dialogo con i giovani, per indirizzarli al meglio in termini di studi e verso il mondo del lavoro in ambito marittimo, per creare maggiore consapevolezza tra le nuove generazioni e rafforzare l’economia del Mare in Campania”. Non è previsto un classico taglio del nastro, bensì un meeting conclusivo indetto per venerdi 31 ottobre alle ore 9,30 al Teatro Mediterraneo “Sala Italia”, in cui Andrea Rea, Presidente della Mostra D’OltreMare, e Renato Martucci, Presidente di Anrc, annunceranno le novità del prossimo anno, con appuntamenti già inseriti nei calendari della nautica italiana.

L’appuntamento è dunque con il Salone Nautico “OltreMare” da sabato 25 ottobre al 2 novembre , con orario di ingresso nei week end dalle 10,00 alle 21,00 e durante la settimana dalle 14,00 alle 20,00. Il costo del biglietto sarà di 8 euro, con ingresso gratuito per i bambini fino ai 12 anni (accompagnati). Ai diversamente abili con accompagnatore sarà fatto un solo biglietto. Inoltre per chi arriva da altre Regioni la Mostra D’Oltremare ha già attivato alcune convenzioni con le ferrovie dello Stato e con Federalberghi Napoli, presenti sul sito internet www.oltremare2014.com

Situato in Cronaca commenti

Chiuso il mercato a Porta Capuana, gli ambulanti: “Abbiamo pagato le occupazioni, siamo in regola”

Chiuso il mercato a Porta Capuana, gli ambulanti: “Abbiamo pagato le occupazioni, siamo in regola”

NAPOLI – Abbiamo pagato la Cosap, contributo per lo spazio delle aree pubbliche, e riferendomi agli ultimi 5 anni, questo provvedimento di sgombero è inconcepibile”.

Sgombero del marcato a Porta CapuanaIl referente degli ambulanti Franco Gueli non accetta l’azione di sgombero dell’amministrazione comunale nei confronti degli ambulanti presenti a porta Capuana da oltre 5 anni. “Abbiamo cercato sempre di avere proroghe di concessioni temporanee – continua Gueli – e le abbiamo ottenute, ora coi dicano cosa altro vogliono”. Loro ci chiamano abusivi – continua – ma l’abuso lo hanno fatto loro a non avvisarci”.

(Il Video) Franco Gueli, rappresentante degli ambulanti

Situato in Cronaca commenti



Seguici su FaceBook