Archivio | Cronaca

Funicolare Centrale: “I lavori dureranno fino ad agosto”

Funicolare Centrale: “I lavori dureranno fino ad agosto”

NAPOLI – Si è concluso in mattinata il sopralluogo per la realizzazione dei lavori di revisione della Funicolare centrale e per fare il punto sull’andamento dei lavori. I consiglieri sono stati accompagnati dal direttore dei lavori Carlo Ferrentino, responsabile di esercizio delle funicolari cittadine, e dall’amministratore unico di Anm Alberto Ramaglia.

Procedono secondo il cronoprogramma stabilito i lavori di rinnovo e di adeguamento tecnico dell’impianto realizzati nell’ambito della revisione generale ventennale. La conclusione dei lavori è programmata per il mese di giugno; seguiranno la fase di collaudo e le 150 ore di pre-esercizio, secondo la procedura di legge, con la riapertura al pubblico prevista per luglio.

Share

Situato in Cronaca, Primo PianoComments (0)

Via Duomo, nuovo dispositivo di traffico

Via Duomo, nuovo dispositivo di traffico

Via Duomo

NAPOLI – Per consentire lo spostamento dei sottoservizi interferenti con la costruzione della stazione “Duomo” – Linea 1 della Metropolitana di Napoli, è stato istituito un temporaneo dispositivo di traffico fino al 15 febbraio  in via Duomo, tratto da via Bernardino Rota a Piazza Nicola Amore, via Renovella, tratto da corso Umberto I a Piazzetta Oronzo De Donno, via Marcello Fossataro, via Antonio Ciccone, tratto da via Duomo a via Armieri. In particolare

 Istituire fino al 15 febbraio

In via Duomo, tratto da via Bernardino Rota a Piazza Nicola Amore, senso unico, con direzione di marcia, da via Bernardino Rota a Piazza Nicola Amore;

In via Renovella, tratto da corso Umberto I a Piazzetta Oronzo De Donno, senso unico con direzione di marcia da corso Umberto I a Piazzetta Oronzo De Donno ;

In via Marcello Fossataro, chiusura al traffico veicolare;

In via Antonio Ciccone, tratto da , tratto da via Duomo a via Armieri, senso unico, con direzione di marcia, da via Duomo a via Armieri;

Sospendere fino al 15 febbraio gli stalli di sosta motoveicoli

Share

Situato in Cronaca, Primo PianoComments (0)

[Video] Spara moglie ed amante, poi si costituisce

[Video] Spara moglie ed amante, poi si costituisce

NAPOLI – Spara per gelosia. Un uomo ha sparato all’ex moglie e al nuovo compagno di lei ferendoli entrambi: è successo intorno alle 13.45 al Centro Direzionale di Napoli, a pochi passi dal Tribunale. Sul posto sono subito accorsi Polizia e Carabinieri e due ambulanze. Il responsabile è Giuseppe Antonucci, 54 anni, di Casalnuovo. La prima ambulanza del 118 ha prelevato la donna, 40 anni,  più grave – con un colpo alla testa- e l’ha trasportato al Loreto Mare. La seconda ha prelevato l’uomo, 45 anni,  ferito all’addome per portarlo al San Giovanni Bosco.

Antonucci  sarebbe stato contattato telefonicamente da un poliziotto dopo la sparatoria e lo ha convinto a costituirsi. Antonucci  ha esploso cinque colpi che hanno ferito alla testa la donna e all’addome il nuovo partner di lei. Giuseppe Antonucci aveva già ucciso: si tratta della sua prima moglie, assassinata, secondo quanto si è appreso, circa 15 anni fa.

 

 

Il Video

Share

Situato in CronacaComments (0)

[Video] A Napoli la tesserata Verde più anziana d’Italia

[Video] A Napoli la tesserata Verde più anziana d’Italia

NAPOLI – “Nel giorno del suo compleanno, Guglielmina D’Alonzo, classe 1927, ha deciso di farsi un regalo particolare: la tessera dei Verdi, diventando di diritto l’iscritta più anziana d’Italia”.

A darne notizia il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, che è andato personalmente a consegnare la tessera alla neoiscritta che ha compiuto 90 anni.

“Ho deciso di iscrivermi ai Verdi perché ammiro l’impegno con cui stanno affrontando questioni importanti nel mio quartiere, nella mia città e nella mia regione” ha detto la signora D’Alonzo che ci tiene “a condividere le battaglie dei giovani perché io stessa mi sento giovane se sono con loro e progetto il futuro. Non posso muovermi di casa ma con la mia iscrizione voglio far sentire a tutti i militanti la mia presenza e vicinanza”.

“L’iscrizione di Guglielmina, soprattutto con quelle motivazioni, ci inorgoglisce e ci auguriamo che altre persone anziane seguano il suo esempio perché abbiamo bisogno della saggezza di chi ha qualche anno in più nel nostro impegno quotidiano in difesa dell’ambiente e della legalità” ha concluso Borrelli per il quale “sono queste le notizie che ti spingono ad andare avanti con sempre più entusiasmo e, per questo, abbiamo deciso di avviare una campagna di mobilitazione tra le persone che hanno superato gli 80 anni per renderli attivi e protagonisti nelle battaglie per l’ambiente e il territorio. Con la loro esperienza e le idee dei giovani possiamo fare qualcosa di straordinario per dare un futuro migliore alla nostra terra. Per questo consegneremo una tessera honoris causa al filosofo Aldo Masullo uno straordinario novantenne simbolo della Campania migliore e ancora attivissimo e punto di riferimento per tantissimi campani”.

 

Il Video  (di F. Borrelli)

Share

Situato in CronacaComments (0)

Sparatoria a Napoli, ferita una bimba di 10 anni

Sparatoria a Napoli, ferita una bimba di 10 anni

NAPOLI – Ferita una bimba di 10 anni e altre tre persone. Un’agguato tra la folla a Napoli dove poco fa, intorno alle 12, una bambina di 10 anni è stata accidentalmente alla gamba da un colpo d’arma da fuoco.

Ospedale Annuniziata a Napoli

Il raid è avvenuto in via Annunziata a Forcella, nel centro storico di Napoli, alle spalle dell’ospedale Ascalesi. Ancora incertezza sulla dinamica dei fatti e su chi abbia sparato. La piccola è ricoverata all’ospedale Santobono dopo essere stata trasportata in un primo momento all’ospedale Loreto Mare. I medici le hanno subito estratto il proiettile presente nella gamba: le sue condizioni non sono ritenute gravi. Altre tre persone, tutte extracomunitarie, sono rimaste ferite da colpi d’arma da fuoco. Trasportati al Loreto Mare, sono stati soccorsi e medicati dai medici: non sono in pericolo di vita. Sul posto è intervenuta la polizia che sta accertando la dinamica di quanto accaduto.

Share

Situato in CronacaComments (0)

Oxalab, artigianato e design Made in Naples vanno in rete

Oxalab, artigianato e design Made in Naples vanno in rete

NAPOLI – Oggetti dalla “personalità multipla”: il portavino che si trasforma anche in stencil per pareti, tavolini che diventano tavolo da gioco o da seduta spiritica per fare quattro chiacchiere con gli antenati. Questi prodotti inediti e originali, si trovano sulla piattaforma digitale Oxalab, che si legge “opera” lab, dove l’artigianato e il design made in Naples sono messi in vetrina e in rete. L’idea di creare un network per progettisti, produttori/artigiani e clienti è venuta a tre professionisti napoletani: Fabio De Luca imprenditore nel campo della lavorazione laser di metacrilato, legno e metalli e gli architetti e designer Silvia Caliendo e Ivan Ferreri. L’obiettivo è quello di valorizzare le idee e trasformarle in prodotti curando ogni aspetto, dall’ingegnerizzazione per la producibilità al packaging, alla vendita online. Una shop window per l’artigianato contemporaneo di qualità, dove è possibile promuovere e acquistare multipli di design prodotti in Italia, a Napoli, con l’aiuto di uno staff esperto in tutoring e supporto per la prototipazione degli oggetti.

OxalabQuello di Oxalab è un design autoprodotto e si ispira al Bauhaus, storica scuola di arte applicata. Oggetti comuni vengono connessi alla realtà tecnologica e industriale, sempre in evoluzione, senza perdere la cura dei dettagli e l’attenzione per la qualità dei materiali. Parola d’ordine: hand made e industria contro i manufatti di bassa qualità. Oxalab è partner del consorso Play Chef Design #Contest ideato da Res Architettura, associazione no profit per la promozione dello sviluppo locale attraverso l’architettura e il design, con il coordinamento degli architetti Laura Palazzo, Mauro Chiesi e Luca Modestino. Patrocinato dall’Ordine degli architetti di Napoli, il concorso per la realizzazione di un complemento per la tavota, innovativo e sostenibile, ad esempio piatti, vassoi, alzate, accessori per la tavola, accessori per aperitivo, è rivolto a designer, architetti e studenti di architettura e scade il 7 febbraio 2017. I premi, grazie a partenariati attivati con le istituzioni, con l’Università e con aziende di produzione e commercializzazione design oriented, consisteranno in somme in denaro e nella realizzazione di multipli di design dei progetti presentati, nell’esposizione gratuita e nella vendita degli oggetti per sei mesi sulla piattaforma Oxalab.

I migliori lavori verranno inoltre raccolti in una mostra d’arte visitabile durante la giornata di premiazione che sarà in primavera. Il concorso mira a incentivare il design autoprodotto, attraverso l’instaurarsi di rapporti virtuosi di reciprocità tra produzione e progettazione, al fine di favorire l’innovazione e la crescita di una cultura progettuale rappresentativa delle identità locali e portare nell’area mediterranea il dibattito e la sperimentazione di food design.

Share

Situato in CronacaComments (0)

Boss chiede 100mila euro a una giornalista, “Piena solidarietà a Covella”

Boss chiede 100mila euro a una giornalista, “Piena solidarietà a Covella”

NAPOLI – “Piena solidarietà a Giuliana Covella da rappresentante delle Istituzioni e da giornalista” è stata espressa dal consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli.

“Così come confermato anche dalla Federazione nazionale della Stampa, la richiesta di 100.000 euro di danni da parte del boss pentito della camorra, Giuseppe Misso, pare un tentativo di mettere il bavaglio a un cronista visto che, sia nell’articolo pubblicato da Il Mattino che nel libro dedicato alla strage del Rapido 409, non ci sono elementi tali da avvalorare una richiesta del genere” ha aggiunto Borrelli sottolineando che “nell’articolo il boss non è citato e nel libro è riportato che è stato poi assolto dopo la condanna in primo grado per la strage”.

“Purtroppo, fare il giornalista in certe zone è particolarmente difficile e i tentativi di far tacere chi vuole far emergere la verità o raccontare certe storie sono tantissimi” ha continuato Borrelli, insieme ai consiglieri comunali Stefano Buono e Marco Gaudini, per i quali “non sempre si deve arrivare a vere e proprie minacce o a ferimenti e uccisioni, a volte, per ottenere lo stesso risultato, basta anche sfruttare le possibilità che ti offre la legge e avviare una causa da centinaia di migliaia di euro in grado di mettere in ginocchio un media e spingere i giornalisti a non occuparsi di determinate questioni”.

“Per questo, di fronte a casi del genere, è necessario far sentire tutta la solidarietà possibile ai giornalisti finito nel mirino di chi non ama la verità” hanno concluso i rappresentanti dei Verdi, ribadendo “la piena disponibilità a sostenere, politicamente e istituzionalmente, la battaglia di Giuliana Covella”.

Share

Situato in CronacaComments (0)

[Il video] Le vere cause della guerra in Siria spiegate da Daniele Ganser

[Il video] Le vere cause della guerra in Siria spiegate da Daniele Ganser

Petrolio e gas alla base del conflitto

 

 

Il video

Share

Situato in CronacaComments (0)

[Il video] Furto Albero di Natale da Sorbillo, “Ne metteremo un altro”

[Il video] Furto Albero di Natale da Sorbillo, “Ne metteremo un altro”

NAPOLI – E’ ripreso in un video il furto dell’albero davanti la pizzeria Sorbillo avvenuto tra la folla ad opera di una baby gang. Oggi sarà messo un altro albero nello stesso posto.  “Ne metteremo un altro, lo sostituiremo – dice Gino Sorbillo, il titolare della storica pizzeria – non resteremo senza”. A darne notizia il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, e Gianni Simioli de La radiazza, che hanno anche reso pubblico un video in cui si vede la scena del furto dell’altro giorno.

 

[Il Video] Furto Albero Pizzeria Sorbillo

Share

Situato in CronacaComments (0)

Le luminarie di Chiaia, spettacolo in città

Le luminarie di Chiaia, spettacolo in città

NAPOLI – Napoli si accende, da piazza dei Martiri passando per via Chiaia e via Toledo fino ad arrivare a piazza Dante. Il sindaco di Napoli, Luigi De Mgistris, ha dato ieri in via alle luminarie nel cuore della città, mentre domani sarà sul Lungomare per l’inaugurazione di N’albero.

Queste luci sono della città, non abbiamo avuto alcuna risorsa regionale e domani accenderemo Nalbero solo noi senza Manuela Arcuri, sarà tutto made in Naples». De Magistris ha sottolineato che «sebbene abbiamo avuto minor tempo per programmare a causa delle elezioni dello scorso giugno, siamo riusciti anche a risparmiare, segno – ha evidenziato – che siamo attenti all’utilizzo del denaro pubblico».

Share

Situato in CronacaComments (0)