Caos Pd, l’ Area Riformista è contro Carpentieri

NAPOLI – “E’ un momento complicato per Napoli e per le vicende del Partito democratico locale, ed avvertiamo l’assordante silenzio della segreteria provinciale del Pd. Nonostante si sia da mesi alla ricerca di un candidato unitario per le primarie, – dichiara il vicesegretario del Pd di Napoli Toti Lange – non è emersa nelle ultime settimane una sola iniziativa politica in grado di mettere il partito di Napoli al centro del dialogo. Siamo a conoscenza di tavoli, incontri, caminetti, napoletani e romani, – insiste Lange – che passano sulla testa della segreteria come se non esistesse un organismo che dovrebbe essere proprio la casa in cui le varie anime del partito possano, se non decidere, almeno discutere e chiarire gli aspetti più rilevanti delle questioni in campo”. “Si procede, invece, con approssimazione: oggi, ad esempio, si è riunita per la prima volta – e con gran ritardo – la commissione delle primarie che dovrebbe accogliere le candidature e vagliarne la corretta documentazione, e poi garantire il regolare svolgimento della competizione – aggiunge.

(Da sinistra Toti Lange, Vincenzo Carpentieri ed Elkisabetta Gambardella)
(Da sinistra Toti Lange, Vincenzo Carpentieri ed Elkisabetta Gambardella)

La critica è rivolta alla “commissione composta con metodi a dir poco originali e che ha un presidente nominato dal segretario del Pd non si sa sulla base di quali criteri e di quale percorso collegiale di condivisione anche interno alla commissione stessa. Per dare un taglio a questa situazione di caos e fare chiarezza, – conlcude – come Area riformista chiediamo l’immediata convocazione di una direzione provinciale del partito”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.