Camorra, cinque arresti ad Ercolano

NAPOLI – Svolta nelle indagini sull’omicidio di Raffaele Canfora, avvenuto a Ercolano (Napoli) lo scorso 18 marzo. I carabinieri, a seguito di indagini coordinate dalla Dda di Napoli, hanno eseguito due misure cautelari, una del gip ordinario e l’altra del gip del Tribunale per i minorenni, nei confronti di cinque persone accusate a vario titolo di omicidio, detenzione e porto abusivo di armi comuni e da guerra, distruzione e soppressione di cadavere, danneggiamento seguito da incendio e favoreggiamento personale, con l’aggravante delle finalità mafiose.

Pistola, camorra, clanI cinque arrestati, quattro maggiorenni e un minorenne, erano conosciuti dalla vittima: Canfora si recò al Rione Conocal di Ercolano per andarli a prendere a qui gli amici si rivelarono essere i suo carnefici; gli assassini poi occultarono il cadavere nelle campagne casertane, in località Valle di Maddaloni. Le ragioni dell’omicidio sarebbero da ricondurre ad attriti tra gruppi camorristici dovuti al controllo dello spaccio nell’area est di Napoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.